Scoperti 3 lavoratori in nero in un cantiere: scatta il sequestro

Continua incessantemente l’attività condotta dai militari della Compagnia Carabinieri di Montella che, avvalendosi del prezioso supporto dell’Ispettorato del Lavoro di Avellino, hanno proceduto al controllo di alcuni cantieri. L’attività è stata pianificata nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Avellino al fine di porre in essere una valida strategia di contrasto alle organizzazioni criminali e creare un rapporto di fiducia tra i Carabinieri e le varie figure lavorative nei…

Continua incessantemente l’attività condotta dai militari della Compagnia Carabinieri di Montella che, avvalendosi del prezioso supporto dell’Ispettorato del Lavoro di Avellino, hanno proceduto al controllo di alcuni cantieri. L’attività è stata pianificata nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Avellino al fine di porre in essere una valida strategia di contrasto alle organizzazioni criminali e creare un rapporto di fiducia tra i Carabinieri e le varie figure lavorative nei cantieri.
In particolare, grazie alla proficua attività info-operativa e confortati anche da alcuni spunti derivanti dall’approfondita conoscenza del territorio e delle realtà locali, i Carabinieri della Compagnia di Montella, hanno effettuato particolari e mirate ispezioni allo scopo di contrastare il fenomeno del “lavoro nero” e delle violazioni alle norme sulla prevenzione degli infortuni nonché la mancata corresponsione dei contributi previdenziali. Nell’ambito delle attività di verifica, i Carabinieri della Stazione di Paternopoli e quelli dell’Ispettorato del Lavoro di Avellino, hanno proceduto al controllo di un cantiere dove hanno riscontrato numerose violazioni.
Per 3 operai edili “in nero”, irregolari e non risultanti né dalle scritture né da altro tipo di documentazione presente in azienda, hanno sospeso sia l’attività imprenditoriale sia i lavori in atto presso il cantiere. L’imprenditore, responsabile dell’impresa edile, un 31enne napoletano, è stato denunciato in stato di libertà per aver omesso di garantire le necessarie misure di sicurezza (ponteggio irregolare, mancanza di documentazione relativa alla valutazione dei rischi, ecc).
Oltre al provvedimento di chiusura ed alla denuncia penale, sono stati contestati numerosi illeciti amministrativi (una decina di sanzioni amministrative), per un totale di circa 25.000 euro ed impartite una decina di prescrizioni che, qualora non ottemperate, comporteranno ulteriori sanzioni per circa 11.000 euro.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, il Bari scappa: devi solo vincere

27 Novembre 2021 0

E dopo che il Bari capolista non è scivolato sulla buccia di banana, regolando il Latina al San Nicola e portandosi a +12 sui Lupi, per l’Avellino quello che era già imperativo diventa inevitabilmente categorico: […]

Attualità

Covid in Irpinia: 39 positivi

27 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che su 822 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 39 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 5, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 6, residenti […]

Aiello del Sabato

Violazioni in materia di armi: denunciati padre e figlio

27 Novembre 2021 0

I Carabinieri della Stazione di Aiello del Sabato, nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo del rispetto della normativa in materia di armi e munizioni ai sensi del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, hanno […]

Attualità

Covid in Irpinia: 72 casi. 9 ad Avellino

26 Novembre 2021 0

‘Azienda Sanitaria Locale comunica su 1.069 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 72 persone: – 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; – 4, residenti nel comune di Altavilla Irpina; – 2, residenti […]