S. Angelo a Scala: rubata auto degli scrutatori

S. Angelo a Scala: rubata auto degli scrutatori

Erano pronti per consegnare i plichi con schede e verbali elettorali, all’uscita del seggio però l’amara sorpresa: non c’era più l’auto. Brutta disavventura per due scrutatori. Solo ad operazioni di scrutinio chiuse hanno scoperto che la loro macchina era stata rubata. E’ successo a Sant’Angelo a Scala. Ai due membri del seggio elettorale non è rimasto altro che farsi accompagnare per la consegna del materiale e poi sporgere denuncia alla stazione dei carabinieri.

Ultimi Articoli

Top News

“La bambina che non voleva cantare”, su Rai1 il film tv su Nada

25 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono la bambina che non voleva cantare… Pensate se avessi voluto!”. Scherza Nada durante la presentazione del film “La bambina che non voleva cantare” che la regista Costanza Quatriglio ha dedicato alla sua storia raccontata nel romanzo “Il mio cuore umano”. Raiuno lo propone mercoledì 10 marzo in prima serata, subito dopo […]

[…]

Top News

Coronavirus, 19.886 nuovi casi e 308 decessi in 24 ore

25 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Impennata dei contagi da coronavirus in Italia. Secondo i dati forniti dal ministero della Salute i nuovi positivi salgono a 19.886 (ieri erano stati 16.424) a fronte di un numero record di tamponi effettuati: 443.704 e che determina un indice di positività al 4,4%. In calo i decessi a 308.I guariti sono […]

[…]

Top News

Bankitalia, Signorini nuovo direttore generale

25 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – A seguito della nomina di Daniele Franco a ministro dell’Economia e delle Finanze, il Consiglio Superiore della Banca d’Italia, in seduta straordinaria, su proposta del Governatore, ha nominato direttore Generale Luigi Federico Signorini, già vice direttore generale.La nomina, deliberata ai sensi dell’art. 18 dello Statuto, deve essere approvata con decreto del Presidente […]

[…]

Top News

Salvini “Poco rispettoso parlare oggi di chiusure a Pasqua”

25 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “I sindaci di tutta Italia e di tutti i colori politici chiedono di riavviare alcune attività economiche, sociali e imprenditoriali che non comportano nessun rischio. Mi rifiuto di pensare ad altre settimane o addirittura ad altri mesi di chiusura e di paura. Se ci sono situazioni locali a rischio si intervenga a […]

[…]