Rivolta al carcere di Ariano Irpino, l’Alsippe rivela: “Detenuti trasferiti in altri istituti penitenziari”

La Segreteria Generale Alsippe (Alleanza Sindacale Polizia Penitenziaria) ha rilasciato un comunicato stampa dopo i fatti accaduti presso il carcere di Ariano Irpino. Durante una sommossa provocata da un centinaio di detenuti, un agente della Polizia Penitenziaria è stato tenuto in ostaggio per alcuni minuti, prima di essere rilasciato senza aver subito danni fisici. 

“La prima aggressione ha riguardato un Ispettore superiore e un assistente capo – si legge -. Da qui sono iniziati i primi segnali di insofferenza, fino alla rivolta inscenata nella nuova ala del carcere, che ha visto il coinvolgimento di almeno 100 detenuti che, secondo quanto stabilito, protestavano contro il trasferimento di un detenuto in un altro carcere della regione. Durante la rivolta un agente di Polizia penitenziaria e’ stato preso in ostaggio: l’agente non ha subito  aggressioni, ma per precauzione è stato trasportato e tenuto sotto osservazione presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Frangipane. Oltre cento uomini delle forze dell’ordine tra Polizia penitenziaria – chiamati da altri reparti della Campania -, Carabinieri, Dda, agenti antisommossa della Polizia e Guardia di Finanza sono intervenuti per fare fronte alla sommossa. Dopo qualche ora di mediazione tra detenuti e Direzione, l’agente è stato rilasciato e la situazione in serata è tornata alla normalità. Alcuni detenuti, autori della protesta, sono stati trasferiti presso altri istituti penitenziari, altri ancora dovrebbero lasciare il carcere di Ariano Irpino. Martedì scorso. al Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria di Napoli, si era tenuta una manifestazione delle Segreterie regionali delle Sigle sindacali della Polizia penitenziaria di Osapp/Alsippe, Uilpa, Sinappe, Fns Cisl, Uspp e Cgil Funzione Pubblica, per focalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sulle gravi difficoltà in cui versa la Polizia penitenziaria: è stato richiesto un incontro urgente con il Ministro della Giustizia, per risolvere la carenza di personale e la mancanza di mezzi e di divise. Una situazione diventata insostenibile“. 
 

 

Ultimi Articoli

Top News

Al Vinitaly qualità e tutela sono le parole d’ordine

18 Ottobre 2021 0
VERONA (ITALPRESS) – Seconda giornata di Vinitaly nella sua Special Edition, con un occhio ai mercati internazionali ma anche a quello interno, oggi sorprendente. In questo settore si assiste a una rivoluzione rosa: le donne sono produttrici e manager nel settore vinicolo, ma soprattutto nel 2021 le wine lovers hanno superato gli uomini passando, secondo […]

[…]

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]