Rinvii a giudizio per Isochimica, la nota di Maraia

“La richiesta di rinvio a giudizio ,avanzata dal Procuratore della Repubblica di Avellino , dott Cantelmo , e dai PM Patscot e Taddeo, nei confronti di 29 indagati per disastro ambientale e omicidio colposo relativamente alla vicenda Isochimica, e ‘ per noi un’ulteriore conferma della fondatezza del nostro esposto del 2009 , da cui prende origine l’attuale procedimento penale . Rivendichiamo la paternità di tale procedimento penale Affermiamo ad alta voce che, in una Irpinia dominata dall’indi…

“La richiesta di rinvio a giudizio ,avanzata dal Procuratore della Repubblica di Avellino , dott Cantelmo , e dai PM Patscot e Taddeo, nei confronti di 29 indagati per disastro ambientale e omicidio colposo relativamente alla vicenda Isochimica, e ‘ per noi un’ulteriore conferma della fondatezza del nostro esposto del 2009 , da cui prende origine l’attuale procedimento penale . Rivendichiamo la paternità di tale procedimento penale Affermiamo ad alta voce che, in una Irpinia dominata dall’indifferenza e da personaggi politici complici e artefici dell’operato dell’Isochimica, senza il nostro esposto, senza la nostra testardaggine e la meticolosa indagine della Procura della Repubblica di Avellino, i delitti compiuti dall’Isochimica e dalle Ferrovie dello Stato sarebbero stati affossati , così come furono interrati e dispersi le tonnellate di amianto . Questo è ciò che voleva una classe politica consociativa che dominava e domina l’Irpinia È nostra intenzione chiedere al GUP dott Ciccone , che esaminerà la richiesta di rinvio a giudizio, di valutare l’esistenza del reato di omicidio volontario (e non di omicidio colposo come eimdicato dalla Procura della Repubblica di Avellino ) attuato dai vertici delle FS e dai dirigenti dell’Isochimica Lo Stato Italiano, responsabile tramite le FS, di quanto attuato dall’Isochimica non dovrà rimanere estraneo a tale procedimento. Esso è chiamato, in primo luogo, a risarcire le vittime dell’amianto respirato e ingerito dai lavoratori dell’Isochimica e dagli abitanti di Borgo Ferrovia di Avellino”. Così Giovanni Maraia di Ariano In Movimento

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]