Pugliese si difende: “Condannato per un caso di omonimia”

“In riferimento alle notizie riportate su alcuni organi di informazione, relative alla sentenza emessa nei miei confronti dal Tribunale di Ivrea (TO) inerente il processo Oliit, preciso quanto segue: Questa sentenza è la prova che, in Italia, un semplice caso di omonimia può far scaturire ipotesi fantasiose che portano addirittura ad una condanna, anche se solo in primo grado. Voglio sottolineare che questo processo mi vede coinvolto in modo assurdo”. E’ quanto afferma in una nota Massimo Pugliese.
“Il tutto, nei miei confronti, nasce da una perizia di parte emessa da un “professionista” (verso il quale i miei legali stanno già lavorando per presentare una querela) per conto della Procura della Repubblica di Ivrea (TO). Ebbene, tale perizia risulta essere per alcuni punti, oltre che erronea, totalmente falsa ed in particolar modo, per quello che mi riguarda, quando un semplice caso di omonimia (Pugliese), tal Francesco Pugliese (non solo non mio parente ma a me totalmente sconosciuto) viene indicato come mio parente. Infatti, la perizia di parte recita testualmente quanto segue: “Le ultime affermazioni parrebbero però essere in contrasto con le persone che hanno formalmente la direzione della MCB Inc., posto che nella controllante della 3l Trading Srl, oltre al sig. Broder Max, figura anche il sig. Francesco Pugliese, parente del sig. Massimo Pugliese”.
Altra cosa strana di questa sentenza è che, nonostante la condanna inflittami, i giudici solo nei confronti della mia persona non hanno concesso la provvisionale, così come richiesta dalle parti civili, concedendola, invece, agli altri condannati.
Questo fatto, fa pensare che sia stata emessa una condanna, di primo grado, dove i giudici abbiano adottato un comportamento di cerchiobottismo nei miei confronti emettendo una condanna senza concedere la provvisionale. Avverso tale assurda sentenza presenteremo, – conclude Pugliese – appena verranno rese note le motivazioni, immediato appello confidando totalmente nella giustizia attraverso i prossimi gradi di giudizio che mi vedranno di sicuro scagionato”.

Ultimi Articoli

Cultura ed Eventi

Black Days, dal 26 novembre al 5 dicembre

18 Novembre 2021 0

Sempre più vicino a te. Ora più che mai. Venerdi 26 novembre prendono il via, da Prezioso Casa, i Black Days, ovvero i giorni durante i quali verranno applicati ai clienti gli stessi prezzi riservati ai dipendenti del […]

Attualità

Vaccini, da domani è open day per la terza dose

17 Novembre 2021 0

L’Asl di Avellino rende noto che da domani, giovedì 18 novembre, sarà possibile accedere ai Centri vaccinali attivi, senza prenotazione, per la somministrazione della terza dose addizionale per i soggetti trapiantati e immunocompromessi e della terza dose «booster» per tutti i […]

Calcio Avellino

Avellino, alchimia tattica per un rientro eccellente

17 Novembre 2021 0

di Dino Manganiello Sembra che il camaleonte sia di moda. In tv imperversa grazie alle pubblicità: è il protagonista di quella dei Sofficini (ha pure un nome, Carletto), dello switch Hd Mediaset, ed anche degli […]

Attualità

Covid in Irpinia: 27 positivi. Altri 6 ad Avellino

17 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 651 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 27 persone: 2, residenti nel comune di Aiello del Sabato; 1, residente del comune di Altavilla Irpina; 6, residenti nel comune di […]

Atripalda

Atripalda: chiede soldi per la ricerca ma è una truffa, denunciata

17 Novembre 2021 0

I carabinieri della Stazione di Atripalda hanno denunciato una donna della provincia di Salerno, ritenuta responsabile del reato di “Esercizio molesto dell’accattonaggio”. Si tratta di una 40enne, già nota alle Forze dell’Ordine, sorpresa dai Carabinieri nei pressi […]