Paternopoli, furto al ristorante: ladro senza guanti incastrato dalle impronte digitali

I Carabinieri della Stazione di Paternopoli hanno denunciato un giovane del posto, ritenuto responsabile del reato di “Furto aggravato”.

I fatti risalgono alla notte di domenica scorsa: ignoti, dopo aver forzato una finestra di un bar/ristorante di Paternopoli, si sono introdotti nel locale e rubato 200 euro in monete custodite all’interno di una cassetta portavalori.

L’indagine sviluppata dai Carabinieri, immediatamente avvisati dal proprietario, ha permesso di identificare il presunto responsabile. Nel corso dell’attività sono state rilevate dai Carabinieri alcune impronte che hanno incastrato il soggetto.

L’immediata perquisizione eseguita presso l’abitazione del sospettato ha permesso il rinvenimento dell’intera refurtiva, riconsegnata all’avente diritto.

Per il giovane è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento nonché la segnalazione alla competente Autorità Amministrativa, poiché in casa sono stati rinvenuti anche alcuni oggetti intrisi di sostanza stupefacente e materiale idoneo al consumo della stessa.

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, per Gentiloni economia rallenta ma fiducia nel futuro

27 Ottobre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – La seconda ondata del Covid-19, che ha colpito gran parte dei paesi europei, provocherà sicuramente un ulteriore rallentamento economico. E’ quanto ha sostenuto il Commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, nel corso dell’Intereconomics conference del Ceps. “Le misure che i governi europei hanno dovuto adottare per abbassare la curva, restringendo spostamenti e contatti […]

[…]

Top News

Coronavirus, Renzi “Siamo in maggioranza ma non saremo mai ‘yes man’”

27 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Leggo polemiche sulla nostra semplice richiesta al Premier di rivedere il DPCM. Chiudendo ristoranti alle 18 e chiudendo i luoghi della cultura non diminuiscono i contagiati: aumentano solo i disoccupati. Chiedere di riflettere su basi scientifiche e non su emozioni passeggere è un atto di responsabilità contro la superficialità”. Lo scrive su […]

[…]