Guardia Lombardi: alleva abusivamente un cinghiale. Denunciato

GUARDIA LOMBARDI – Detenzione illecita di un esemplare vivo di un mammifero (specie cinghiale) che possa costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica: questo è quanto emerso all’esito di un controllo effettuato dai Carabinieri della Stazione Forestale di Sant’Angelo dei Lombardi. Continua incessante in Irpinia l’attività dei Carabinieri per la tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità. I militari operanti, nell’ambito di …

GUARDIA LOMBARDI – Detenzione illecita di un esemplare vivo di un mammifero (specie cinghiale) che possa costituire pericolo per la salute e l’incolumità pubblica: questo è quanto emerso all’esito di un controllo effettuato dai Carabinieri della Stazione Forestale di Sant’Angelo dei Lombardi. Continua incessante in Irpinia l’attività dei Carabinieri per la tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità. I militari operanti, nell’ambito di mirati servizi in materia di antibracconaggio, volti all’individuazione di detenzione illegale di fauna protetta, hanno rinvenuto in un recinto privato di Guardia Lombardi, un cinghiale femmina allevato illegalmente perché in assenza di documentazione attestante la provenienza. Alla luce delle evidenze emerse, per l’anziano detentore scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo. L’Autorità Giudiziaria, nel convalidare il sequestro dell’animale, indicava quale reato quello contemplato dall’art. 2 della Legge 150/1992, che in particolare sanziona chi detiene mammiferi appartenenti a specie pericolose per l’ordine e la pubblica e privata incolumità, come appunto sono considerati i cinghiali. Al riguardo si segnala come il fenomeno della proliferazione dei cinghiali anche in Irpinia sia in aumento, sollevando notevoli problematiche e non ultime quelle connesse proprio all’ordine ed alla sicurezza pubblica. L’attività posta in essere si inserisce in una vasta campagna mirata di controlli preventivi intrapresi su scala provinciale dal Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino in materia di antibracconaggio ed inquadrata nello specifico in una più ampia operazione denominata “Thunderbird”, avente portata internazionale, finalizzata a contrastare l’introduzione illecita di fauna a fini commerciali.

Ultimi Articoli

Top News

Coni, Malagò “Presenterò il mio programma al consiglio elettivo”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “I candidati avranno uno spazio dedicato ai programmi nel giorno delle elezioni. Io racconterò per bene i miei desideri e quello che cercherò di fare in caso di rielezione ai colleghi del consiglio nazionale. Ci ho lavorato molto e penso sia importante che lo sentano per primi, così avranno un giudizio su […]

[…]

Top News

Vaccini, Fedriga “Lavoriamo alla seconda dose in vacanza”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Stiamo vedendo se è possibile organizzare anche la possibilità di fare la seconda dose in vacanza. Ci stiamo lavorando, vediamo se riusciamo a raggiungere una soluzione fattibile”. Lo ha detto Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e del Friuli Venezia Giulia, a Sky Tg24.“La Conferenza delle Regioni – ha poi spiegato […]

[…]

Top News

I Coldplay lanciano il nuovo singolo “Higher Power” dallo spazio

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il nuovo singolo dei Coldplay, Higher Power, esce il 7 maggio. Il brano, prodotto da Max Martin, è disponibile in streaming e download.Per celebrare la pubblicazione di Higher Power, la band si è collegata per una “video chiamata extraterrestre” con l’astronauta francese Thomas Pesquet, che si trova a bordo della Stazione Spaziale […]

[…]

Top News

L’Eba promuove le banche europee “Restano solide”

7 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Nessun baratro ma un plateau: se le banche gestiranno rapidamente e bene l’aumento dei crediti deteriorati, se i governi interverranno con misure adeguate di sostegno pubblico, l’impennata degli Npl potrà essere evitata e le banche continueranno ad essere parte della soluzione mantenendo aperto il rubinetto del credito”. Lo afferma in un’intervista al […]

[…]