Furto aggravato di acqua potabile: nei guai trentenne irpina

I Carabinieri della Compagnia di Montella hanno denunciato una trentenne di Nusco, perché ritenuta responsabile di furto di acqua potabile.

I militari hanno accertato che era stato artatamente effettuato un allaccio abusivo bypassando il contatore, eludendo così il pagamento delle bollette.

In considerazione delle evidenze emerse, a carico della donna è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di furto aggravato.

Ultimi Articoli