Fiamme Gialle, scoperti 12 lavoratori in nero nel Baianese

Una percentuale di irregolarità di oltre il 60%, co n 5 lavoratori, su 9, completamente “in nero”. Questa la situazione “fotografata”, nell a mattinata di ieri, dai finanzieri della Tenenza di Baiano, dopo l’accesso presso un o pificio della zona. Il luogo di lavoro era stato individuato dalle Fiam me Gialle, sulla base di una attenta ricerca informativa, in esecuzione dell’ormai colla udato piano di contrasto al lavoro irregolare, cui il Comando Provinciale di Avellino sta dedicando particolare attenzione negli ultimi anni, con interventi mirati in tutto il territorio della provincia.
L’operazione, preceduta da diversi appostamenti, è partita alle prime ore della mattina, ed ha visto l’impiego diversi militari, si a in abiti borghesi che in uniforme. Dopo aver atteso che si aprisse il cancello d’entra ta della fabbrica, i militari del Corpo sono entrati nel laboratorio, ed hanno subito identificato i lavoratori presenti nella fabbrica, raccogliendo le dichiarazioni, per poi procedere alla verifica delle rispettive posizioni contributive.
Al termine dell’attività di riscontro tra le dichia razioni dei lavoratori e la contabilità della ditta, si è constatato che, su 9 presenti, be n 5 erano completamente assunti “in nero”. Per la società responsabile, avente sede nel Baiane se, sono scattate le sanzioni previste in materia di irregolarità contributiva, a pplicate, secondo le ultime norme di legge, direttamente dalla Guardia di Finanza.
Inoltre, è stata inoltrata la segnalazione, alla Di rezione Territoriale del Lavoro di Avellino, per la sospensione dell’attività in quant o i lavoratori “in nero” scoperti, superavano la soglia del 20%, rispetto ai totali im piegati.
Ancora più grave la situazione riscontrata presso u na piccola fabbrica di saponi e detersivi, sempre nel Baianese, dove i 2 lavoratori presenti, erano, entrambi, completamente “fuori regola”. Questi interventi, seguono quelli effettuati, dagli stessi militari della Tenenza di Baiano, nei giorni precedenti presso cantieri edili , dove erano stati trovati altri 5 operai in “nero”. Anche in queste circostanze sono state applicate le sanzioni amministrative previste dalla specifica normativa, nonché, la segnalazione alla D.T.L. di Avellino per la chiusura dei cantieri, fi no alla regolarizzazione delle posizioni contributive dei lavoratori irregolari.

Ultimi Articoli

Top News

Covid, Sala “E’ arrivata la terza ondata, serve responsabilità”

27 Febbraio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – “La terza ondata pandemica è arrivata spinta dalla variante inglese. Era prevista ed è successo. Esiste una chiara prevedibilità nei trend di contagio e alcuni nostri comportamenti l’hanno favorita: gli assembramenti fuori allo Stadio di San Siro e i Navigli, diventati set ideale per catturare un’immagine di gente assembrata. A volte il […]

[…]

Top News

La pandemia impoverisce gli italiani, -1.650 euro a famiglia

27 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – La pandemia impoverisce gli italiani. Ad un anno dallo scoppio della crisi pandemica, alle famiglie italiane sono venuti a mancare in media, e nonostante i numerosi ristori, 1.650 euro di redditi. E le prospettive di recupero sono lente e dipendenti dagli esiti della campagna vaccinale, attualmente in ritardo sugli obiettivi fissati: continuando […]

[…]

Top News

Fortuna (Mineracqua) “Acque di qualità, export fiore all’occhiello”

27 Febbraio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il consumo di acqua minerale complessivo è di 15 miliardi e mezzo di litri, di questi 14 vengono consumati in Italia, mentre 1 miliardo e mezzo viene esportato. Un export, tra l’altro, che per noi è un fiore all’occhiello perchè ci dà un saldo commerciale attivo per 600 milioni di euro. Questo […]

[…]

Top News

Bertolaso “Una dose di vaccino a tutti, le sole chiusure non bastano”

27 Febbraio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Le nuove chiusure “sono misure giuste, servono a limitare la diffusione del virus. Ma il vaccino è un’arma che fino a pochi mesi fa non avevamo”, un’arma “purtroppo ancora in quantità scarsa. Bisogna usarla meglio”. Lo dice Guido Bertolaso, ex capo della Protezione civile e oggi coordinatore della campagna vaccinale lombarda, in […]

[…]