Esche avvelenate per colpire i cani randagi, chiusa la villa comunale

La villa comunale di Avellino ancora chiusa dopo il ritrovamento di esche avvelenate piazzate per colpire cani randagi. Così è stato disposto dalla polizia municipale del capoluogo irpino. Le “trappole” sono state prelevate dagli incaricati dell’Asl di Avellino, i quali stanno provvedendo anche alle analisi di rito. Nel frattempo è stato predisposta dall’amministrazione di piazza del Popolo una bonifica del polmone verde. Si tratta del secono episodio del genere in poco tempo in città. La scorsa settimana, infatti, altre esche avvelenate furono ritrovate a piazza Kennedy.

Ultimi Articoli

Politica

Capolinea Irpinia

27 Agosto 2021 0

L’ultima sortita del presidente della Regione Vincenzo De Luca ad Avellino dimostra una realtà dura e amara per la provincia irpina. Non stupiscono soltanto le dichiarazioni e i toni adoperati dal presidente della Regione, abilmente […]

Top News

Afghanistan, Fedriga “Serve importantissimo rafforzamento confini”

27 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Non c’è dubbio che serve controllare quelle rotte” balcaniche “non si può pensare che in Europa si possa entrare senza un permesso. Gli ingressi irregolari rischiano di portare a una situazione fuori controllo, credo che serva un rafforzamento importantissimo dei confini”. Lo ha detto Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia e […]

[…]

Top News

Afghanistan, Guerini “Contagio terrorismo può colpire altre regioni”

27 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Siamo sgomenti davanti alle vittime di questi indegni attentati. Ai morti e ai feriti. Nonostante questi atti terribili, noi continueremo a evacuare gli afgani presenti in questo momento all’interno dell’aeroporto. Ne abbiamo ancora quasi 300 da portare in Italia con quattro voli, è quello che faremo. Certo non li abbandoniamo». Lo dice […]

[…]

Top News

Durigon si dimette, “Mai fascista, commesso errori e mi scuso”

26 Agosto 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Un processo di comunicazione si valuta non in base alle intenzioni di chi comunica, ma al risultato ottenuto su chi riceve il messaggio: è chiaro che, nella mia proposta toponomastica sul parco comunale di Latina, pur in assoluta buona fede, ho commesso degli errori. Di questo mi dispiaccio e, pronto a pagarne […]

[…]