Esami dell’Arpac: ex Caso bomba ambientale

Esami dell’Arpac: ex Caso bomba ambientale
Sito inquinato e altamente pericoloso. Due mesi dopo il sequestro operato dalla guardia di finanza, emergono i primi particolari sulle campionature e sui rilievi che l’Arpac sta conducendo sull’area ex Caso. Da quanto emerge, il terreno circostante e il torrente che scorre accanto allo stabilimento …

Esami dell’Arpac: ex Caso bomba ambientale

Sito inquinato e altamente pericoloso. Due mesi dopo il sequestro operato dalla guardia di finanza, emergono i primi particolari sulle campionature e sui rilievi che l’Arpac sta conducendo sull’area ex Caso. Da quanto emerge, il terreno circostante e il torrente che scorre accanto allo stabilimento sono stati interessati dai versamenti di olii esausti accantonati nel perimetro aziendale. Il rischio maggiore è rappresentato, inoltre, dalla presenza di cumuli di pannelli di eternit ridotti in poltiglia: un mix micidiale dal quale si propanano nell’ambiente fibre di amianto. Per questo motivo, secondo l’Arpac, questi detriti andrebbero subito messi in sicurezza. L’ex industria di legname di Avellino fallita negli anni Novanta era diventata nell’ultimo periodo una discarica a cielo aperto. Di qui il blitz delle fiamme gialle. Sulla vicenda la Procura ha aperto un’inchiesta.

Ultimi Articoli

Avellino

Carcere di Avellino: ancora violenza e sequestro di telefonini

2 Dicembre 2021 0

Ennesimo evento critico violento nella Casa Circondariale di Avellino. Ricostruisce l’accaduto Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Un detenuto problematico con patologie psichiatriche, in un raptus di inaudita […]

Ariano Irpino

L’ ospedale di Ariano riceve il bollino rosa

2 Dicembre 2021 0

L’Ospedale Frangipane di Ariano Irpino è fra i 354 ospedali italiani che hanno avuto assegnato il bollino rosa per il prossimo biennio. Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, premia il […]

Calcio Avellino

Avellino-Bari: sale la febbre, si va verso il sold-out

1 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Nelle prime 36 ore di prevendita quasi mille biglietti staccati: più di 600 sponda biancoverde, 350 (ovvero tutti quelli disponibili) per il settore ospiti. E’ la prova inconfutabile di quanto si stia […]