Edilizia, Famiglietti: massimo ribasso a braccetto con lavoro nero

I dati diramati dal Cles questa mattina, sull’incidenza del lavoro nero ed irregolare, evidenziano l’incremento considerevole del fenomeno in provincia di Avellino, con estensione dello stesso non solo ai settori tradizionalmente interessati. Oltre all’edilizia ed al commercio, numerose aziende del terziario, visitate dagli ispettori, sono risultate essere non in regola con l’assunzione dei propri lavoratori. La Cgil di Avellino rilancia l’allarme sul lavoro nero e ribadisce la necessità di un’azione di prevenzione più incisiva, sottolineando, allo stesso tempo, l’ottimo lavoro svolto dalle strutture deputate al controllo, che negli ultimi mesi hanno incrementato le visite ispettive, portando alla luce numerosi casi di irregolarità.
“Si deve continuare, con decisione, la battaglia contro il lavoro nero – afferma Antonio Famiglietti, segretario della Fillea Cgil – in edilizia le percentuali di lavoratori in nero non accennano a diminuire, nonostante la crisi del settore. Ad una diminuzione dei posti di lavoro corrisponde un aumento dei lavoratori irregolari, ma il fenomeno è diffuso anche nel commercio, non solo al dettaglio, e nel terziario. Analizzando i numerevoli singoli casi del comparto delle costruzioni si evince che negli appalti vinti con ribassi altissimi, il ricorso al nero è una costante.
Per questo motivo riteniamo che la vera piaga sia la modalità di aggiudicazione degli appalti con tale pratica che va al più presto sostituita dal principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. In questo scenario è necessario che gli organi ispettivi vengano potenziati, che le operazioni di controllo vengano incrementate, anche perché – nota con piacere Famiglietti – l’ultimo riscontro delle operazioni evidenzia un maggiore impegno delle strutture di controllo, con un conseguente aumento dei casi di irregolarità. Questo vuol dire che le lievi flessioni ogni tanto registrate riguardo al fenomeno, erano solo il frutto dell’allargamento delle magli della rete di controllo. Siamo soddisfatti dell’azione degli ispettori di tutte le strutture, siamo preoccupati, invece, per l’aumento del fenomeno”

Ultimi Articoli

Avellino

Carcere di Avellino: ancora violenza e sequestro di telefonini

2 Dicembre 2021 0

Ennesimo evento critico violento nella Casa Circondariale di Avellino. Ricostruisce l’accaduto Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE: “Un detenuto problematico con patologie psichiatriche, in un raptus di inaudita […]

Ariano Irpino

L’ ospedale di Ariano riceve il bollino rosa

2 Dicembre 2021 0

L’Ospedale Frangipane di Ariano Irpino è fra i 354 ospedali italiani che hanno avuto assegnato il bollino rosa per il prossimo biennio. Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, premia il […]

Calcio Avellino

Avellino-Bari: sale la febbre, si va verso il sold-out

1 Dicembre 2021 0

di Dino Manganiello Nelle prime 36 ore di prevendita quasi mille biglietti staccati: più di 600 sponda biancoverde, 350 (ovvero tutti quelli disponibili) per il settore ospiti. E’ la prova inconfutabile di quanto si stia […]