Detenzione e spaccio di droga: arrestato 19enne di Avellino

I Carabinieri della Stazione di Avellino hanno tratto in arresto un 19enne del posto, ritenuto responsabile di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri mattina, i militari hanno fatto accesso nell’abitazione del giovane, procedendo ad un’approfondita perquisizione.

Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria sono stati rinvenuti circa 25 grammi di hashish e marijuana, occultati nella sua camera da letto e, sul bancone, una pianta di canapa indiana alta circa un metro, recanti infiorescenze già idonee alla produzione di marijuana.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, unitamente a materiale utile per la coltivazione ed il confezionamento della droga.

Per la mole di elementi raccolti, a carico del 19enne è scattato l’arresto e l’obbligo dei domiciliari.

Ultimi Articoli

Top News

Camorra, operazione contro clan “Cifrone” con 23 arresti

20 Ottobre 2020 0
NAPOLI (ITALPRESS) – I carabinieri di Napoli hanno eseguito misure cautelari nei confronti di esponenti del clan “Cifrone”, operante nei quartieri a nord di Napoli. Ventitre le persone accusate di “associazione di tipo mafioso”, “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, “estorsione”, “minaccia”, “detenzione e porto di armi e munizioni”, tutti reati aggravati dal […]

[…]

Top News

Maxi rete di spaccio tra Sassuolo, Modena e Carpi, 19 arresti

20 Ottobre 2020 0
BOLOGNA (ITALPRESS) – Dalle prime ore del mattino, nelle province di Modena, Reggio Emilia, Bologna, Mantova e Biella, è in corso un’operazione antidroga condotta dai carabinieri della Compagnia di Sassuolo con i Comandi dell’Arma locali e con il supporto del Nucleo Cinofili e supporto aereo del 13esimo Elinucleo di Forlì, con esecuzione di provvedimento cautelare […]

[…]

Top News

Coronavirus, Regione Lombardia e sindaci “coprifuoco dalle 23 alle 5”

19 Ottobre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Stop di tutte le attività e degli spostamenti, ad esclusione dei casi ‘eccezionalì (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), nell’intera Lombardia dalle ore 23 alle 5 del mattino a partire da giovedì 22 ottobre. E’ la proposta che, all’unanimità, i sindaci di tutti i Comuni capoluogo della Lombardia, il presidente dell’Anci, […]

[…]