Coronavirus, un’altra vittima al Frangipane: aveva 92 anni

Una 92enne di Rocca San Felice, ricoverata al Frangipane di Ariano Irpino, è deceduta a causa del Covid-19.

Presso l’ospedale del Tricolle risultano ricoverati: 4 pazienti (su 7 posti letto) in Terapia Intensiva; 12 pazienti (su 12 posti letto) in Medicina Covid; 25 pazienti in Area Covid, di cui 15 (su 16 posti letto) in Medicina e 10 (su 10 posti letto) in Sub Intensiva.

Ultimi Articoli

Top News

Governo, Schifani “Se c’è da staccare la spina si faccia in fretta”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Se c’è da staccare la spina al governo si faccia in fretta, il paese non può attendere. E’ quanto chiede il senatore di Forza Italia Renato Schifani, ospite della rubrica “Primo Piano” di Claudio Brachino per l’agenzia Italpress. A poche ore dalla conferenza stampa di Italia Viva, che segnerà, forse, le sorti […]

[…]

Top News

A novembre in calo la produzione industriale

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – A novembre in calo la produzione industriale. L’Istat stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale diminuisca dell’1,4% rispetto a ottobre. Nella media del trimestre settembre-novembre il livello della produzione cresce del 2,1% rispetto al trimestre precedente.L’indice destagionalizzato mensile cresce su base congiunturale solo per i beni intermedi (+0,2%); diminuiscono, invece, i beni […]

[…]

Top News

L’aeroporto di Torino sempre più green

13 Gennaio 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – L’Aeroporto di Torino è stato certificato al Livello 2 “Riduzione” del programma di sostenibilità ambientale Airport Carbon Accreditation – il protocollo comune per la gestione attiva delle emissioni negli aeroporti attraverso risultati misurabili – promosso da ACI Europe, l’associazione degli aeroporti europei. Un passo avanti nella strategia di sostenibilità ambientale dell’Aeroporto di […]

[…]

Top News

Covid, Speranza “Le prossime settimane saranno dure, serve unità”

13 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Non c’è strada diversa dall’unità per affrontare l’emergenza sanitaria, economica e civile più grande che abbiamo conosciuto dal dopoguerra ad oggi. Le prossime settimane saranno difficilissime perchè il virus può tornare a colpire duramente e contemporaneamente dobbiamo portare avanti la più grande campagna di vaccinazione della nostra storia recente. Sarà tutto terribilmente […]

[…]