Controlli territorio, 9 le persone denunciate

Resta alta l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino che, nel territorio della Compagnia di Montella, ha intensificato i servizi presidiando le principali arterie, al fine di monitorare l’accesso nell’Alta Irpinia di malintenzionati e prevenire i c.d. i reati predatori nonché per controllare la movida in occasione del fine settimana. Questo è il bilancio dell’attività svolta durante un servizio straordinario per il controllo del territorio, che ha visto l’impiego di numero…

Resta alta l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino che, nel territorio della Compagnia di Montella, ha intensificato i servizi presidiando le principali arterie, al fine di monitorare l’accesso nell’Alta Irpinia di malintenzionati e prevenire i c.d. i reati predatori nonché per controllare la movida in occasione del fine settimana. Questo è il bilancio dell’attività svolta durante un servizio straordinario per il controllo del territorio, che ha visto l’impiego di numerosi servizi esterni impegnati in un articolato dispositivo messo in atto, anche questa settimana, in quei paesi dove sistematicamente si registra un notevole flusso di turisti provenienti dalle vicine province di Napoli e Salerno. Numerose sono state le perquisizioni ed i controlli con il risultato di 9 persone denunciate in stato di libertà. In particolare, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, nel corso di mirati servizi, accertavano che due trentenni si erano messi alla guida delle proprie autovetture dopo aver abusato di sostanze alcoliche; dopo i rituali accertamenti con l’etilometro, ai giovani veniva contestato il reato di guida in stato di ebbrezza e, di conseguenza, le loro patenti sono state ritirate e le autovetture fermate ed affidate a persone idonea. Le misurazioni effettuate permettevano di accertare che uno dei giovane aveva un tasso alcolemico pari a 4 volte il massimo consentito. Nel corso degli stessi controlli, inoltre, un pregiudicato veniva controllato e denunciato per essersi messo alla guida della propria autovettura nonostante la patente gli fosse stata revocata dalla Prefettura di Avellino: per questo motivo il giovane, residente a Caposele, veniva denunciato in stato di libertà per “guida senza patente” e la sua autovettura sottoposta a fermo. Il dispositivo messo in atto, inoltre, prevedeva la verifica delle prescrizioni imposte alle persone sottoposte a misure restrittive di vario genere: in due casi venivano accertate irregolarità e due pregiudicati venivano denunciati in stato di libertà. Infatti, nel comune di Volturara Irpina, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile denunciavano un sorvegliato speciale che durante la notte aveva violato gli obblighi impostigli con sottoposizione alla misura di prevenzione e, nel comune di Torella de Lombardi, i Carabinieri della locale Stazione denunciavano un pregiudicato che si era allontanato, senza giustificato motivo, dalla propria abitazione nonostante fosse agli arresti domiciliari. Infine, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, denunciavano 4 rumeni che, a vario titolo, si erano resi responsabili di trasporto di rifiuti di materiale ferroso senza la prescritta autorizzazione. Oltre alla denuncia, i Carabinieri procedevano sia al sequestro del camion utilizzato, che sarà confiscato, che gli oltre 10 quintali di rifiuti di materiale ferroso che saranno smaltiti secondo la normativa vigente.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]