Colucci, Libera: “Preoccupa l’escalation di violenza nel Vallo”

LA REAZIONE – “L’episodio di cui è rimasto vittima ieri sera in Domicella l’avv. Francesco Rainone è solo l’ultimo nel quale si esprime con una ricorrenza assolutamente preoccupante la violenza nel Vallo di Lauro”. Così Pasquale Colucci del coordinamento provinciale Libera in una nota inviata agli organi di informazione. “Soltanto qualche giorno fa c’era stato l’incendio di un’auto a Taurano, l’ennesimo, tanto da far pensare che in questo comune l’attitudine a dare fuoco alle autovetture…

LA REAZIONE – “L’episodio di cui è rimasto vittima ieri sera in Domicella l’avv. Francesco Rainone è solo l’ultimo nel quale si esprime con una ricorrenza assolutamente preoccupante la violenza nel Vallo di Lauro”. Così Pasquale Colucci del coordinamento provinciale Libera in una nota inviata agli organi di informazione. “Soltanto qualche giorno fa c’era stato l’incendio di un’auto a Taurano, l’ennesimo, tanto da far pensare che in questo comune l’attitudine a dare fuoco alle autovetture sembra diventato quasi un sport: negli ultimi mesi si sono ripetuti di frequente (ad ottobre, a novembre, a gennaio) eventi di tal genere. A Moschiano, a novembre scorso, danneggiamenti all’autovettura del vice sindaco del comune. Così come sempre qualche mese, sempre a gennaio, sono stati esplosi colpi di pistola contro l’abitazione del suocero di un assessore del comune di Taurano, ed è stato consumato un attentato dinamitardo in danno di un’abitazione privata. La questione deve far riflettere anche perché è accompagnata da un inspiegabile silenzio delle autorità e delle istituzioni locali e da un’indifferenza quasi completa della comunità. Quando si moltiplicano episodi così gravi, di ricorso alla violenza, e manca la necessaria reazione del corpo sociale, è segno che ci si sta incamminando su di una brutta strada. Vuol dire che si sta iniziando a ritenere addirittura normale il ricorso alla violenza e già questo è un cattivo segno. Ma soprattutto apre le porte a forme più gravi e ricorrenti di illegalità, a considerare la violenza come lo strumento per risolvere controversie o per far prevalere le proprie (presunte) ragioni, o anche per far valere e realizzare le proprie pretese, avvicinandosi così alla vera e propria violenza criminale. E’ ora pertanto che la comunità e chi la rappresenta si svegli: esigere l’applicazione ed il rispetto delle leggi, chiedere l’intervento delle autorità e delle forze dell’ordine, isolare e denunciare i violenti. Abbiamo bisogno di una netta inversione di rotta rispetto all’indifferenza ed all’incuria manifestate finora, se vogliamo veramente fermare questa lunga discesa verso il baratro”.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino Bari : i lupi evitano nel finale la sconfitta

6 Dicembre 2021 0

Finisce in parità il monday night della diciassettesima giornata di serie C tra Avellino e Bari 1-1. In vantaggio la capolista con Antenucci al 33′ su rigore , pareggio al 83′ di Kanoutè per i lupi. IL TABELLINOMarcatori: rig. Antenucci 33′, Kanouté […]

Attualità

Covid in Irpinia: 14 casi

6 Dicembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che, su 168 tamponi effettuati, sono risultate positive al Covid 14 persone: – 1, residente nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel comune di Atripalda; – 1, residente nel […]

Baiano

In possesso di cocaina e hashish, denunciato 30enne

6 Dicembre 2021 0

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti. In tale contesto, un’altra attività è stata condotta dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile […]

Politica

Il sindaco e la sindrome De Luca

6 Dicembre 2021 0

Bisogna ammettere che il sindaco di Avellino ha ragione quando denuncia un eccesso di critica sull’operato della sua amministrazione. Dovrebbe essere evidente che i problemi della città sono tali e tanti che nessuno può ancora […]