Coltivava marijuana: nei guai 46enne di Montella

Articolata indagine dei Carabinieri della Compagnia di Montella che, nell’ambito delle attività predisposte e coordinate dal Comando Provinciale di Avellino, hanno sequestrato canapa indiana, deferendo in stato di libertà un 46enne del posto, già in passato segnalato e denunciato perché trovato in possesso di stupefacenti.
I Carabinieri di Montella, grazie ad un’approfondita conoscenza del territorio, …

Articolata indagine dei Carabinieri della Compagnia di Montella che, nell’ambito delle attività predisposte e coordinate dal Comando Provinciale di Avellino, hanno sequestrato canapa indiana, deferendo in stato di libertà un 46enne del posto, già in passato segnalato e denunciato perché trovato in possesso di stupefacenti.
I Carabinieri di Montella, grazie ad un’approfondita conoscenza del territorio, appresa la notizia, al fine di verificarne la veridicità e di concerto riscontrare gli elementi probanti di tale reato, avevano avviato mirati servizi, monitorando i luoghi dal 46enne frequentati.
L’anno scorso, gli stessi militari, avevano addirittura utilizzato un drone per monitorare il territorio ma questa volta non è stato necessario: nell’ambito dello stesso servizio, poco distante dall’ abitazione del pregiudicato, erano stati fermati due giovani consumatori che erano stati trovati in possesso di modiche quantità di hashish e marijuana che non superavano il limite massime detenibile ed erano state ritenute dunque come “dose media giornaliera”. Ai due 20enni era stata, pertanto, contestata la violazione amministrativa per la “detenzione per uso esclusivamente personale”.
Gli oggettivi riscontri inducevano i Carabinieri della Stazione di Montella ad effettuare una perquisizione domiciliare a carico del noto pregiudicato e, all’interno del suo orto, sequestravano della canapa indiana di ottima fioritura, che coltivava ben occultata tra i vari ortaggi.
Alla luce del rinvenimento, delle evidenza emergenti dalla flagranza di reato, nonché da quanto emerso in sede dei conseguenziali accertamenti qualitativi sulla droga sequestrata, per il 46enne scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Capo, Dott. Rosario Cantelmo, ritenuto responsabile del reato di “coltivazione si sostanze stupefacente”.

Ultimi Articoli

Top News

Telefonata Draghi-Von der Leyen “L’Ue acceleri sui vaccini”

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Al centro dello scambio di vedute – rende noto Palazzo Chigi – è stato in particolare l’obiettivo prioritario di un’accelerazione nella risposta sanitaria europea al Covid-19, soprattutto per quanto […]

[…]

Top News

Gol, spettacolo ed emozioni: Sassuolo-Napoli finisce 3-3

3 Marzo 2021 0
REGGIO EMILIA (ITALPRESS) – Succede di tutto tra Sassuolo e Napoli, tra errori e prodezze. Al Mapei Stadium decidono due rigori negli ultimi minuti, il primo realizzato da Insigne e il secondo da Caputo su sciocchezza di Manolas: finisce 3-3. Ennesimo passo falso degli azzurri che sembravano aver in mano la vittoria a pochi secondi […]

[…]

Top News

Coronavirus, 20.884 nuovi casi e 347 decessi in 24 ore

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Superano quota 20 mila i nuovi contagi da coronavirus in Italia, esattamente 20.884 in forte crescita rispetto ai 17.083 di ieri. Boom dei tamponi effettuati, ben 358.884 con un indice di positività che cresce al 5,8%. Sono questi i dati contenuti nel consueto bollettino sul coronavirus. I decessi sono 347, in leggerissima […]

[…]

Top News

Raccolta differenziata in Sicilia, grandi città ancora in ritardo

3 Marzo 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – Per la Sicilia il modello è quello della Sardegna, che è passata in quindici anni da ultima regione in Italia per raccolta differenziata a seconda, a un solo punto percentuale dal Veneto, prima nello Stivale. Per farlo è necessario l’impegno di tutti: a partire dalla Regione ma anche dalle amministrazioni delle città […]

[…]