Blitz della GdF, gioielli Pandora contraffatti: il truffatore risiede in Irpinia

E.M., 50 anni residente a Mugnano del Cardinale, ma napoletano di nascita, è stato denunciato per le ipotesi di reato di ricettazione e contraffazione.

La Guardia di Finanza di Marcianise, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio finalizzata all’individuazione di laboratori e opifici abusivi, ha scoperto un magazzino occulto ubicato a Marcianise e utilizzato per lo stoccaggio di gioielli contraffatti a marchio Pandora, venduti illegalmente dal commerciante, operante all’interno del noto centro orafo “Il Tarì”, produttore di gioielli e orologi.

Le fiamme gialle hanno sequestrato 2860 monili riportanti i disegni industriali e/o il logo contraffatto, oltre a quasi 900 articoli utilizzati per il loro confezionamento.

In un laboratorio completamente abusivo venivano realizzate migliaia di copie dei famosi ciondoli. I finanzieri hanno provveduto a sequestrare migliaia di pezzi contraffatti pronti a invadere il mercato locale.

Ultimi Articoli