Atripalda, scoperta attività di parcheggio a pagamento abusiva

ATRIPALDA – In data 9 giugno, un cittadino del posto aveva denunciato presso la Stazione dei Carabinieri di Atripalda alcune presunte irregolarità nelle modalità con cui veniva esercitata l’attività di parcheggio a pagamento nei pressi dell’ASL di Avellino. L’uomo aveva narrato d’aver parcheggiato la propria autovettura all’interno di quel parcheggio di via Manfredi e, nell’andare a riprenderla, aveva costatato la presenza, sul parabrezza, di un biglietto della ditta “Barone”, di quelli del tipo utilizzati per la sosta a pagamento, riportante l’orario di arrivo in parcheggio. Così, una volta compreso di trovarsi in un’area di parcheggio a pagamento, l’uomo versava all’addetto 30 centesimi di euro ma, alla richiesta di una regolare ricevuta fiscale, lo stesso addetto all’area di parcheggio gli consegnava una ricevuta priva di valore fiscale.
Nella giornata di ieri, quindi, i carabinieri della Stazione di Atripalda e quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Avellino hanno proceduto alla verifica di quanto denunciato dall’utente della strada, onde verificare eventuali evasioni fiscali o simili abusi. Al momento del loro arrivo, i carabinieri hanno notato da subito che l’area di parcheggio in questione era segnalata con apposita cartellonistica (recante anche il tariffario) ed i singoli posti di parcheggio erano delimitati con regolari strisce blu. La zona è inoltre dotata di un ingresso e di un’uscita con gabbiotto mobile, e si torva su di un’area privata ad uso pubblico regolarmente locata dal proprietario al signor Barone, proprietario della società di parcheggio. I militari hanno poi potuto prendere contezza anche dell’esistenza di 2 addetti: quello all’ingresso consegnava agli automobilisti utenti del parcheggio dei ticket, sui quali si limitavano ad annotare a penna l’orario di arrivo, mentre quello all’uscita, provvedeva a ritirare i soldi ed i ticket, senza rilasciare alcuna ricevuta fiscale legalmente valida.
Ma i successivi e più approfonditi controlli dei carabinieri hanno potuto evidenziare che quell’attività di parcheggio a pagamento che, dall’esterno, sembrava perfettamente regolare, era invece del tutto abusiva. Infatti, non solo l’attività era svolta in assenza della prevista denuncia d’inizio attività da presentare al Comune competente, ma la società in questione risultava addirittura cancellata d’ufficio dai registri della Camera di Commercio di Avellino dal 28.12.2010. Tale società, peraltro, era stata a suo tempo registrata come una ditta di servizi vari alle imprese e non aveva perciò nemmeno mai avuto tra le sue finalità quella di gestione di parcheggi ed autorimesse. In considerazione di ciò, i carabinieri accertavano che, di fatto, il titolare della ormai cessata società esercitava, per il tramite dei due addetti (di cui uno era il figlio) una vera e propria attività abusiva di parcheggiatore/guardiamacchine, in quanto sprovvisto di qualsivoglia autorizzazione ed iscrizione.
Per detti motivi, i carabinieri della Stazione di Atripalda provvedevano a denunciare a piede libero il gestore del parcheggio per il reato di truffa nei confronti dell’utente della strada che aveva presentato la denuncia, nonché ad elevare a suo carico la sanzione amministrativa prevista dal nuovo Codice della strada per i parcheggiatori abusivi, con conseguente sequestro amministrativo, ai fini della confisca, delle somme di denaro rinvenute all’interno del box del parcheggio.
Da parte loro, invece, i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Avellino, nel verificare l’osservanza della legislazione in materia di sicurezza nel settore terziario, accertava la sussistenza di nuove e svariate violazioni, anche di natura penale, per le quali non solo lo stesso gestore veniva nuovamente denunciato a piede libero, ma a suo carico veniva pure emesso un provvedimento di immediata sospensione dell’attività di parcheggio a pagamento.

Ultimi Articoli

Top News

Il Volo, tour rinviato al 2022

3 Maggio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – L’intero tour de Il Volo “10 Years – Live” previsto nel 2021 è posticipato al 2022. I biglietti già acquistati in prevendita rimarranno validi per le nuove date corrispondenti.Queste le prime date confermate per il 2022: 3 giugno 2022 all’Arena di Verona (recupero del 29 agosto 2021 all’Arena di Verona), 4 giugno […]

[…]

Top News

Ad aprile fabbisogno del settore statale a 12,5 miliardi

3 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Ad aprile, secondo i dati del Mef, il saldo del settore statale si è chiuso, in via provvisoria, con un fabbisogno di 12.500 milioni, in miglioramento di circa 5.500 milioni rispetto al risultato del corrispondente mese dello scorso anno (17.958 milioni). Il fabbisogno dei primi quattro mesi dell’anno in corso è pari […]

[…]

Top News

Rapporto UGL-Censis, in Italia 1,5 milioni di lavoratori poveri

3 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Cosa attende i lavoratori oltre il Covid-19? A tracciare un quadro dell’evoluzione in atto è il Rapporto UGL-Censis “Tra nuove povertà e lavoro che cambia: quel che attende i lavoratori oltre il Covid-19”, presentato in occasione del Primo Maggio per la Festa del Lavoro.Sono 1,5 milioni i lavoratori poveri in Italia: in […]

[…]

Top News

Coronavirus, 5.948 nuovi casi e 256 decessi in 24 ore

3 Maggio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 5.948 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 9.148) a fronte di 121.829 tamponi effettuati, determinando un tasso di positività del 4,88%. E’ quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. I decessi sono stati 256 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 144 registrati ieri.I guariti sono 13.038 […]

[…]