A caccia di cinghiali con un’auto rubata: denunciati in tre

Negli ultimi giorni nei comuni di Trevico-Vallesaccarda-Scampitella e Vallata, i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno intensificato i controlli in orari serali e notturni, dando corso ai servizi coordinati disposti dal superiore Comando Provinciale di Avellino tesi a prevenire delitti contro il patrimonio.
Già ieri i Carabinieri della Stazione di Trevico nel corso di tali servizi hanno sventato dei furti in abitazione e recuperato parte della refurtiva appena asportata in una …

Negli ultimi giorni nei comuni di Trevico-Vallesaccarda-Scampitella e Vallata, i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno intensificato i controlli in orari serali e notturni, dando corso ai servizi coordinati disposti dal superiore Comando Provinciale di Avellino tesi a prevenire delitti contro il patrimonio.
Già ieri i Carabinieri della Stazione di Trevico nel corso di tali servizi hanno sventato dei furti in abitazione e recuperato parte della refurtiva appena asportata in una abitazione di Vallata e sequestrato l’auto in uso ai malviventi, una AUDI A4 oggetto di furto nelle scorse settimane nell’hinterland barese.
Questa notte grazie al prezioso contributo dei cittadini di quei comuni, che iniziano con più frequenza a segnalare persone o auto sospette gravitanti in quei territori, i Carabinieri della Stazione di Vallata hanno intercettato un’autovettura, con tre giovani a bordo, che si aggirava con fare sospetto in prossimità di abitazioni, tentando presumibilmente di mettere a segno un furto.
I tre uomini, tutti residenti in un vicino comune irpino, erano in possesso di coltelli e munizioni da caccia. Le successive perquisizioni estese presso le loro abitazioni e domicili, hanno consentito di rinvenire e sequestrare ben 5 fucili, che ancorché legalmente detenuti erano custoditi in maniera superficiale, nonché una quantità di munizionamento nettamente superiore al limite consentito.
Nel prosieguo dell’attività si appurava che i soggetti si erano organizzati per la caccia di frodo al cinghiale occultando, in agro del comune di San Nicola Baronia, fucili con puntatori laser rudimentali carichi con munizionamento a palla, e, nell’attesa dell’orario propizio per la caccia, si aggiravano per le villette isolate in cerca di facili obiettivi da colpire.
Per i tre, oltre alla denuncia per detenzione di armi e munizionamento, e scattato il foglio di via dai comuni interessati.

Ultimi Articoli

Attualità

Un ulivo per Chiara, vittima del Covid a 17 anni

3 Dicembre 2021 0

A distanza di un anno dalla scomparsa di Chiara Vittoria, la più giovane vittima del Covid-19 in Irpinia, i genitori della 17enne di Avella ricorderanno la cara figlia piantando un ulivo nell’aiuola di fronte al […]