Bimbi usati come corrieri per portare cellulari in carcere, accade ad Ariano

Cellulari nascosti addosso ad un bimbo per farlo arrivare in carcere.

Accade ad Ariano irpino. A denunciarlo è il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE

Gli uomini della Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere hanno rinvenuto e sequestrato due telefoni cellulari destinati ad un recluso napoletano. I cellulari erano stati chiusi in un involucro di plastica e nascosti sotto i pantaloncini di un bambino.

 Il detenuto cui era diretto il pacchetto – F.F. definitivo per reati comuni, di origini  napoletane – aveva già tentato, in altro carcere, di far entrare droga nel pannolino di un altro figlio. Per questi motivi, è sottoposto al regime punitivo dell’art. 14 bis O.P. 

 

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino: Kanoute-Fella, brividi da ex al Barbera

26 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La ripresa degli allenamenti non ha portato sensazioni positive in casa Avellino: Carriero, Ciancio e Maniero mordono ancora il freno e non è affatto sicuro che il terzetto al completo potrà rispondere […]

Top News

Salernitana in rimonta al “Penzo”, Venezia beffato al 95′

26 Ottobre 2021 0
VENEZIA (ITALPRESS) – Lo scontro salvezza del Penzo lo vince la Salernitana che in rimonta beffa il Venezia in uno dei due anticipi della decima giornata di campionato. Apre le danze Aramu nel primo tempo, Bonazzoli fa 1-1 nella ripresa prima del rosso ad Ampadu che lascia i lagunari in 10. A tempo scaduto il […]

[…]

Top News

Quirinale, Di Maio “Stiamo bruciando nomi”

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il gioco al Quirinale ci sta facendo perdere i migliori, stiamo bruciando i nomi. Abbiamo bisogno di una guida solida e non di una crisi politica”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S), ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo su La7. “Io mi sono dimesso da capo politico […]

[…]

Avellino

Carcere di Avellino, ancora droni con droga

26 Ottobre 2021 0

Droga “a domicilio” nel carcere di Avellino dove stamattina un drone ha depositato l’involucro appeso ad un filo all’altezza della finestra del reparto “aperto”, dove i detenuti stazionano fuori dalle celle con sorveglianza attenuata. Lo […]