Avellino, inchiesta Ispettorato del Lavoro: restano sotto sequestro i beni Capaldo

Resta attivo il provvedimento di sequestro preventivo, per equivalente di circa due milioni di Euro, disposto nei confronti della Capaldo SpA e della Natana.doc.

Il Tribunale di Avellino, presieduto dal giudice Sonia Matarazzo, ha rigettato l’istanza attraverso cui i legali  avevano richiesto il dissequestro che ha interessato 30 conti correnti riconducibili alle due società: la “Antonio Capaldo spa”, con il suo legale rappresentante il 77enne Gerardo Capaldo e la “Natana.doc” facente capo a Giovanni Attanasio.

Una azione per garantire il congelamento dell’importo ritenuto dagli inquirenti “profitto derivante da condotte ritenute estorsive messe in atto dai due imprenditori in concorso”.

La vicenda è quella che ha portato all’arresto di un alto dirigente ministeriale dell’Ispettorato Interregionale del Lavoro di Napoli, Renato Pingue, accusato di corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio in concorso con un due imprenditori.

Successivamente il provvedimento restrittivo è stato revocato e sostituito con la sospensione dai pubblici uffici per 9 mesi.

Sarà il processo a stabilire, in seguito, l’eventuale colpevolezza o innocenza delle persone coinvolte nella vicenda che ha destato notevole scalpore sia per la notorietà dei personaggi che per il coinvolgimento indiretto di centinaia i lavoratori. (LEGGI QUI)

In particolare le indagini – non ancora concluse – hanno consentito di evidenziare che i rappresentanti di alcune società avrebbero a più riprese esercitato forti pressioni, minacciando finanche il licenziamento, nei confronti di numerosi lavorati.

Avrebbero costretto loro a firmare verbali di conciliazione a condizioni estremamente svantaggiose rispetto all’effettivo quantum dovuto approfittando della drammatica situazione occupazionale del territorio.

Le indagini sono ancora in corso: ci sarebbero altre cooperative e società sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti. Da quando è emersa la vicenda, alcune persone avrebbero cominciato a fornire ulteriori elementi ritenuti di particolare interesse per gli investigatori. (LEGGI QUI)

 

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Determinazione per la ripartenza, no a teorie antiscientifiche”

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La ripartenza è una strada nuova. Dobbiamo percorrerla con determinazione e con speranza. Come è accaduto in altri momenti della nostra storia, quando nel dopoguerra la ricostruzione è cominciata dalle macerie, quando un nuovo modello sociale, più capace di benessere, di opportunità e diritti, è scaturito dal concorso di forze e di […]

[…]

Top News

Ictus, il fattore tempo decisivo per salvare vite

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Debolezza da un lato del corpo, bocca storta, difficoltà a parlare o comprendere (afasia), muovere con minor forza un braccio, una gamba o entrambi, vista sdoppiata o campo visivo ridotto, mal di testa violento e improvviso, insorgenza di uno stato confusionale, non riuscire a coordinare i movimenti nè stare in equilibrio: questi […]

[…]

Top News

Il “Dekra Road Safety Award 2021” al Politecnico di Milano

26 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – E’ stato assegnato al Rettore del Politecnico di Milano, Ferruccio Resta, il Premio Internazionale “Dekra Road Safety Award 2021” giunto alla quarta edizione. A ritirare il premio Marco Bocciolone, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Meccanica. Il riconoscimento, che valorizza le realtà italiane, aziende o figure professionali più attive e brillanti nell’ambito della […]

[…]

Top News

Primi 9 mesi 1,68 mln nuclei beneficiari reddito-pensione cittadinanza

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Nel periodo gennaio-settembre 2021, secondo i dati dell’Inps, i nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza (RdC) sono stati oltre 1,52 milioni, mentre i percettori di Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati più di 160mila, per un totale di oltre 1,68 milioni di nuclei e quasi 3,8 milioni di persone coinvolte, per un […]

[…]

Top News

Sud, Draghi “I ritardi nella spesa una tassa sul futuro dei giovani”

26 Ottobre 2021 0
BARI (ITALPRESS) – “Le risorse messe a disposizione per il Sud oggi non hanno precedenti nella storia recente. Dobbiamo spendere bene questi soldi, con onestà e rapidità. La responsabilità è del Governo, ma anche dei Comuni e degli altri enti territoriali.I ritardi nella spesa, che per troppo tempo hanno colpito il Mezzogiorno, sono un ostacolo […]

[…]