Avellino, eseguiti 24 arresti dai Carabinieri: operazione anti-camorra “Partenio 2.0”

E’ stata denominata “Partenio 2.0” l’imponente operazione portata avanti dalla D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici.

E’ la risposta ai fatti di cronaca avvenuti recentemente ad Avellino e provincia, che hanno destato allarme sociale e preoccupazione tra la popolazione.

Una risposta giunta nel giorno dell’arrivo del presidente del Consiglio ad Avellino, per dare una concreta risposta dello Stato attraverso questa imponente operazione.

Arrestate 23 persone

Dalle prime ore del mattino, sono impegnati 250 carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per l’esecuzione di 23 misure coercitive, per il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso, usura, estorsione, detenzione di armi ed altro.

E’ viva la curiosità della popolazione per conoscere i destinatari di tali provvedimenti.

I dettagli dell’operazione e, quindi, pure i nominativi delle persone arrestate, saranno forniti nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino.

Decine di perquisizioni

Oltre a compiere gli arresti, i Carabinieri sono impegnati pure in numerose perquisizioni presso abitazioni di persone che non sono state destinatarie di provvedimenti restrittivi.

Dall’alba di questa mattina molti soggetti sono stati svegliati nel sonno, presso le proprie abitazioni, e trasferite presso il Comando dei Carabinieri dove si registra un andirivieni di persone, sia familiari degli arrestati che avvocati.

Elicottero ed automobili

Un elicottero dei Carabinieri ha sorvolato la zona tra Mercogliano, Ospedaletto d’Alpinolo ed Avellino intorno alle 4 del mattino, spostandosi continuamente per coordinare dall’alto l’operazione condotta dai militari, a bordo di decine di auto dell’Arma.

Molte persone, svegliate dal rumore dell’elicottero, si chiedevano cosa fosse accaduto: ora la risposta al quesito attraverso il comunicato diffuso dall’Ufficio Stampa del Comando Provinciale di Avellino.

L’operazione, convenzionalmente denominata “Partenio 2.0”, ha consentito, dopo alcuni allarmanti episodi che si sono recentemente verificati, di disarticolare il “nuovo clan Partenio”, egemone nella città di avellino ed in altri comuni della provincia irpina.

Ultimi Articoli

Top News

Quartararo trionfa in Catalogna, Dovizioso e Rossi fuori

27 Settembre 2020 0
MONTMELO’ (SPAGNA) (ITALPRESS) – Fabio Quartararo vince il Gran Premio della Catalogna, ottavo appuntamento del Mondiale 2020 di MotoGP. Il pilota francese della Yamaha Petronas al Montmelò ritrova il successo e soprattutto la leadership del campionato. Seconda posizione e terza posizione per i due spagnoli del team Suzuki, Joan Mir e Alex Rins, mentre il […]

[…]

Top News

Bottas vince il Gp di Russia davanti a Verstappen e Hamilton

27 Settembre 2020 0
SOCHI (RUSSIA) (ITALPRESS) – Valtteri Bottas vince il Gran Premio della Russia davanti alla Red Bull di Max Verstappen e al compagno di scuderia Mercedes Lewis Hamilton. A Sochi, il finlandese approfitta dei dieci secondi di penalità inflitti al leader del Mondiale (fatali alcune prove di partenza nel pre-gara al di fuori delle zone apposite) […]

[…]

Top News

Debutto in A amaro per lo Spezia, vince il Sassuolo 4-1

27 Settembre 2020 0
CESENA (ITALPRESS) – Debutto assoluto in Serie A per lo Spezia dopo il rinvio della gara contro l’Udinese prevista per la prima giornata. Al Manuzzi di Cesena la formazione neopromossa di Italiano crolla 4-1 contro il Sassuolo nel lunch match della seconda giornata di campionato. Decisive le reti di Djuricic, Berardi su rigore, Defrel e […]

[…]

Top News

Inps, Tridico “Non ho deciso io l’aumento e non prenderò arretrati”

27 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Tutto l’articolo ruota intorno a due falsi: per effetto del decreto interministeriale che stabilisce i compensi del Cda di Inps (e Inail), al sottoscritto sarebbe riconosciuto un arretrato di 100mila euro. Questo il primo falso. La realtà invece è che la nuova misura del compenso previsto per il presidente dell’Istituto decorrerà non […]

[…]