Accuse infondate nei confronti del Procuratore D’Onofrio: archiviazione

Il Giudice per le Indagini preliminari presso il Tribunale di Roma ha archiviato il procedimento penale per corruzione e concussione nei confronti del dottore Vincenzo D’Onofrio, Procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Avellino.

Si è così conclusa una vicenda che era balzata agli onori delle cronache nello scorso dicembre.

LEGGI PURE – Concussione: avviso di garanzia per un giudice della Procura di Avellino

La notizia era sicuramente una di quelle che destavano stupore e incredulità, conoscendo le qualità professionali e morali del magistrato di cui si interessò, per competenza, la Procura della Repubblica di Roma dopo le indagini condotte dei pm napoletani Cimmarotta e Woodcock.

Nei confronti del dottore D’Onofrio c’erano state le accuse – poi rivelatesi infondate, alla luce dell’archiviazione – di avere utilizzato la sua posizione per ottenere biglietti gratis per la partita Juventus-Napoli del 19 settembre 2018, e la riparazione gratuita di una barca di un suo amico.

Nell’immediato, appena si diffuse quella notizia trapelata dagli uffici giudiziari, l’avvocato Mario Terracciano, difensore del dottore Vincenzo D’Onofrio, annunciò con convinzione: “Si tratta di ipotesi infondate rispetto alle quali sarà possibile chiarire ogni cosa”.

Così è stato.

Ultimi Articoli

Attualità

Covid in Irpinia: 15 nuovi positivi

22 Ottobre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica che su 630 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 15 persone: – 2, residenti nel comune di Atripalda; – 4, residenti nel comune di  Avellino; – 1, residente nel comune […]