Abusi sessuali su bambino: Rione Ferrovia sotto shock chiede pene esemplari per il “mostro”

Quando la notizia è diventata ufficiale, attraverso un comunicato del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, il nome dell’orco era sulla bocca di tutti gli abitanti di Rione Ferrovia.

Inutile omettere le generalità: quel soggetto è stato subito individuato.

Chissà da quanto tempo, nella borgata di Avellino, si attendeva questo epilogo.

Si tratta di un personaggio assai noto, non solo al Rione Ferrovia, dove tutti si conoscono e ognuno sa tantissimo di ciascun abitante.

Infamante l’accusa per questo uomo di 77 anni, padre di due figlie e anche nonno, appartenente a una famiglia numerosa e facoltosa di Avellino, assai nota non solo nel popoloso rione.

LEGGI PURE – Violenze sessuali su un 14enne: arrestato 77enne di Avellino

Ordinanza di custodia cautelare per l’anziano, accusato di cose orrende.

Ora è agli arresti domiciliari.

E la gente si domanda: perchè costui non è chiuso in un carcere?

La risposta è semplice: lì dentro l’anziano avrebbe rischiato sicuramente l’incolumità personale, considerando il tipo di reato di cui si è macchiato.

La legge non scritta dei detenuti condanna azioni del genere e non aspetta certamente la sentenza.

3

Queste cose i magistrati lo sanno bene: meglio mantenere in buona salute l’indagato in attesa dell’interrogatorio di garanzia al quale il soggetto in questione sarà sottoposto martedì.

Quanto avvenuto nei bagni della stazione ferroviaria di Avellino è minuziosamente descritto nell’informativa fornita dal Procuratore della Repubblica dottor Vincenzo D’Onofrio.

Altri accertamenti in corso per stabilire se nella “rete” dell’arrestato siano finiti, in passato, altri innocenti anche in relazione all’attività svolta dal 77enne, che per anni ha gestito un circolo ricreativo di Rione Ferrovia, molto frequentato da giovani.

Al Rione Ferrovia molti sanno, pochi parlano.

In quella borgata, dove per tanti anni si sono decise fortune politiche, imprenditoriali e sportive, la gente è sotto s hock, nessuno vuole commentare apertamente l’accaduto, è palpabile il timore di parlare.

Un rione che era feudo della Democrazia Cristiana, dove De Mita, Mancino e Gargani contavano galoppini che avrebbero poi ottenuto il posto di lavoro, rigorosamente per chiamata diretta.

Dove il capostazione Adolfo Corbo poteva gestire le sorti dell’Avellino attraverso i tifosi del club, ottenere da “zio Elio” Graziano posti di lavoro all’Isochimica e sventagliate di biglietti omaggio per lo stadio.

La zona di Avellino in cui impettiti “capetti” gestivano consensi di ogni genere, a livello politico e finanziario, sportivo e imprenditoriale, incutendo timore in quanti avevano bisogno di favori per campare, quindi disposti ad osservare un rigoroso silenzio.

Finora è stato così, ma l’azione delle forze dell’ordine, gli esiti di attente indagini e l’intervento della magistratura, potrebbero finalmente dare coraggio e voce a gente che ha saputo sempre tante cose, senza mai raccontarle, per la paura, per evitare conseguenze, sopportando in silenzio ma con tanta rabbia dentro.

Le cose cambiano, come canta Luciano Ligabue…

Ultimi Articoli

Top News

Turismo, in Sardegna 10 milioni di presenze, Solinas “Sistema ha tenuto”

9 Settembre 2020 0
CAGLIARI (ITALPRESS) – Un sensibile calo, ma non un crollo. Il turismo sardo ha retto il devastante impatto della pandemia, attestandosi su numeri che risentono della diminuzione degli arrivi e delle presenze, ma in modo meno drammatico rispetto alle previsioni. E’ il quadro che emerge dai dati sulle presenze turistiche aggiornati ad agosto, e suscettibili […]

[…]

Top News

Al Mugello il 1000° GP della Ferrari, Acqua Lete event partner

9 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Acqua Lete, da oltre 25 anni a fianco dello sport, corre per la prima volta nel mondo dei motori grazie a una partnership con un brand iconico e riconosciuto a livello globale: la Scuderia Ferrari. Acqua Lete diventa infatti event partner del 1000° Gran Premio disputato dal team di Maranello, un evento […]

[…]

Top News

Tour2020, Ewan concede il bis e vince in volata l’11^ tappa

9 Settembre 2020 0
POITIERS (FRANCIA) (ITALPRESS) – Caleb Ewan ha vinto in volata l’undicesima tappa del Tour de France 2020. Una frazione, quella da Chatelaillon-Plage a Poitiers, estremamente pianeggiante per gran parte dei 167.5 chilometri previsti, con la fuga impossibile del francese Ladagnous (FdJ-Groupama) che non ha avuto scampo ed è stato riassorbito dal plotone tirato dalle squadre […]

[…]

Top News

Per Ookla rete mobile di Windtre è la più veloce d’Italia

9 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ Windtre l’operatore mobile più veloce d’Italia secondo Ookla, la società leader globale nelle applicazioni di testing e nella data analysis per le reti fisse e mobili, che ha sviluppato Speedtest. Ookla ha conferito all’azienda guidata da Jeffrey Hedberg il prestigioso ‘Speedtest Award’, per aver fornito la più elevata velocità di rete […]

[…]

Top News

Scuola, Conte conferma il 14 settembre “Ripartenza in sicurezza”

9 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – L’anno scolastico ripartirà il 14 settembre, in sicurezza. Lo ha assicurato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi, con i ministri dell’Istruzione, Lucia Azzolina, della Salute, Roberto Speranza, e dei Trasporti, Paola De Micheli.“Il rientro a scuola avverrà in un contesto nuovo e non facile, […]

[…]

Top News

Milano, sprint verso l’attivazione della nuova linea metro M4

9 Settembre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – E’ finito oggi alla Stazione Solari il viaggio nel sottosuolo di Milano delle TBM (Tunnel Boring Machine, fresa meccanica) per la nuova linea metropolitana M4, con il breakthrough della prima delle due talpe e 620mila metri cubi di scavi lungo i 9.200 metri delle due gallerie nella tratta centro. Lavori che hanno […]

[…]