Avellino, minacce in consiglio comunale. Interviene il sindaco Festa

Gianluca Festa - Sindaco di Avellino

Il sindaco Gianluca Festa interviene sul caso delle minacce che il presidente del Consiglio comunale di Avellino, Ugo Maggio, ha lanciato all’ex consigliere regionale Francesco Todisco durante l’assise dello scorso 23 gennaio.

“Fermo restando che il Presidente Maggio si è prontamente scusato per il linguaggio utilizzato, tanto con Francesco Todisco, quanto con la città e con tutti i consiglieri comunali, l’invito che rivolgo all’Aula tutta è ad abbassare i toni – dichiara il primo cittadino – Prima delle affermazioni di Maggio, il presidente era stato pesantemente apostrofato dai banchi della minoranza, e quasi fisicamente incalzato, mentre era intento a garantire il rispetto del regolamento consiliare”.

“L’Amministrazione che mi onoro di rappresentare – sottolinea il sindaco – condanna la violenza in ogni sua forma. Dunque, anche tutto quello che è accaduto in aula consiliare lunedì sera. Convinto che un dialogo costruttivo ma rispettoso, anche quando è acceso, sia il sale della democrazia, e che non possa che far bene alla città, esorto tutte le forze, di maggioranza e di minoranza, ad impegnarsi per evitare che la legittima ed inevitabile contrapposizione politica, sul merito e sul metodo, possa degenerare nuovamente nell’offesa e negli attacchi personali, sia dentro che fuori dall’aula consiliare”.

SPOT