Vergogna Autovelox Atripalda: spediscono i verbali quando il termine è già scaduto

Errore voluto o sbadataggine? Leggete cosa fa il Comune di Atripalda: chiedono il pagamento di multe per autovelox spedite quando il termine massimo per la notifica è già scaduto.

Una richiesta chiaramente illegittima. E lo sottoscrivono pure!

Sarà il caso che adesso qualcuno (Prefettura, Corte dei Conti) intervenga oppure è necessario chiamare il Gabibbo?

Il verbale che pubblichiamo contiene elementi che evidenziano una procedura errata, sia dal punto di vista normativo che di elementare correttezza, attuata dal Comune di Atripalda, in provincia di Avellino.

La questione interessa centinaia di automobilisti, molti dei quali residenti fuori dall’Irpinia, che hanno percorso il tratto di strada lungo la SS7Bis dove è posizionato l’autovelox.

Ecco il verbale in questione, leggete se potete.

Dunque, non è grave avere notificato una multa al trasgressore per avere violato l’art.142 del Codice della Strada con il superamento della valocità massina (70 kmh) di un solo kmh (si, esattamente 71 kmh, avete letto bene).

Hai superato il limite massimo?

Ebbene paghi, anche se di un solo chilometro orario, non importa se corrisponda a un fruscio di vento o  un battito di ciglia. Su questo, poi, ci sarebbe tanto da discutere circa la tolleranza, la taratura e tante altre cose che bravi avvocati sanno certamente invocare nel redigere i ricorsi per vedere annullati i verbali.

Assodato che la postazione autovelox presente lungo la SS7 bis ricadente nel territorio del Comune di Atripalda (Avellino), è stata posizionata con il dichiarato intento di fare cassa, è da dire che attuare tale proposito con procedure scorrette, fa lievitare l’indignazione degli automobilisti che avvertono quell’autovelox come una tagliola alla ricerca di prede.

3

Seguiteci: l’art. 201 del codice della strada, in tema di “Notificazione delle violazioni”, così recita: “Qualora la violazione non possa essere immediatamente contestata, il verbale deve, entro novanta giorni dall’accertamento, essere notificato all’effettivo trasgressore”.

Chiaro?

Leggiamo il verbale: l’accertamento risulta effettuato presso i locali del Comando Vigili Urbani di Atripalda il giorno 5 luglio 2018 da Luongo Angela la quale ha ACCERTATO che l’infrazione è stata commessa il giorno 18 giugno 2018 alle ore 09.25.

Dal 18 giugno (giorno della violazione accertata) decorrono i 90 giorni per notificare il verbale di contestazione. In questo caso entro il 18 settembre.

Seppure si voglia partire – ma non è così – dal giorno in cui la Luongo ha compilato il verbale, ovvero il 5 luglio, si arriverebbe al 05 ottore 2018.

Ebbene il Comando dei Vugili del Comune di Atripalda cosa fa?

Spedisce il verbale il 19 ottobre 2018 e lo scrive pure!

Infatti dichiara di avere consegnato in quella data il verbale a Poste Italiane, per la notifica.

Ma come, dopo il termine massimo per la notifica? Ma che fa “ci prova”?

Il presunto trasgressore fortunatamente si è accorto dell’errore e ha fatto sapere in giro questa cosa.

Costui dovrà comunque produrre ricorso in Prefettura entro i 60 giorni dalla tardiva notifica, per vedersi annullare il verbale. Potrebbe farlo il Comune di Atripalda in autotutela ma c’è qualche dubbio in proposito. Oppure si potrà ricorrere al Giudice di Pace (entro 30 giorni) e ottenere pure il risarcimento per l’azione legale.

I quesiti in conclusione sono due:

  1. quanti verbali sono stati spediti oltre il termine massimo?
  2. I soldi spesi per la notifica di un atto spedito tadivamente, saranno a carico del Comune di Atripalda ovvero dei cittadini oppure saranno addebitati a chi ha commesso l’errore? La Corte dei Conti, in questo caso, farebbe bene a pretendere chiarimenti.

Ultimi Articoli

Top News

Mattarella “Giornalismo contribuisca alla rinascita del Paese”

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Desidero esprimere i miei auguri per il 19 aprile della Gazzetta di Parma. Questa data – quella della copia più antica della Gazzetta – risale al 1735. Un anno che precede di oltre un secolo l’unità d’Italia e che ci dà la percezione di quanti cambi d’epoca le successive redazioni della Gazzetta […]

[…]

Top News

Colapesce e Dimartino, “Musica leggerissima” è doppio platino

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Musica leggerissima” conquista, primo tra i brani sanremesi, il Doppio Disco Di Platino. Per celebrare la certificazione, Colapesce e Dimartino pubblicano una straordinaria collaborazione internazionale con il producer e dj italo/francese Cerrone che ha realizzato una versione inedita del brano “Musica leggerissima”. Un remix tutto da ballare, prodotto da una vera e […]

[…]

Top News

Coronavirus, 8.864 nuovi casi e 316 decessi in 24 ore

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 8.864 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 21.315) a fronte di 146.728 tamponi effettuati, determinando un tasso di positività del 6,04%. E’ quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. I decessi sono stati 316 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 251 registrati ieri.I guariti sono 13.134 […]

[…]

Top News

Conferenza sul futuro dell’Europa, al via piattaforma digitale

19 Aprile 2021 0
BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) – Il comitato esecutivo della Conferenza sul futuro dell’Europa, che comprende rappresentanti del Parlamento europeo, del Consiglio dell’Unione europea e della Commissione europea, inaugura la piattaforma multilingue digitale per la Conferenza sul futuro dell’Europa, invitando tutti i cittadini dell’UE a contribuirvi per dar forma al loro futuro e a quello di tutta […]

[…]

Top News

Covid, Salvini “Date riaperture? Aspetto parere scienza”

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – La data delle riaperture? “Aspetto che la scienza dia il suo parere, non le decide Salvini, nè è la Lega che ha vinto. Semplicemente noi chiediamo quel che chiedono gli imprenditori ma anche tanti medici, perchè la chiusura ad oltranza fa danni sanitari, psichici ma anche psichiatrici difficilmente rimediabili. Se ci sono […]

[…]