Universiadi 2019, centinaia di volontari irpini battono cassa: “Non ti pago”

Ufficialmente erano volontari alle Universiadi 2019. La forma di collaborazione per la buona riuscita della manifestazione, dunque, è stata a titolo gratuito.

Il volontariato è gratuito, lo sanno tutti. Ma era proprio così per la manifestazione svoltasi a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio scorsi?

I volontari che oera battono cassa, in quei giorni s’impettivano, con quella pettorina e il distintivo in bella mostra durante la “Universiadi 2019”. Quelle persone erano al centro del mondo e qualcuna credeva pure di essere padrona del mondo.
Come taluni cerberi controllori che, senza un minimo di buonsenso, assumevamo atteggiamenti inflessibili pure rispetto a situazioni facilmente risolvibili.

Ora piagnucolano perchè vogliono i soldi. Tra i 4000 volontari ce ne sono circa 600 in provincia di Avellino

Ma non erano volontari?

Ottocento euro netti

Si, così è scritto nel contrattino firmato ma, in realtà, sotto la voce “rimborso spese” era praticamente nascosto il loro compenso: 15 euro al giorno per spese telefoniche e 25 euro al giorno per rimborso generico nel periodo di attività svolta.

Le Universiasi 2019 sono andate in scena al 3 al 14 luglio ma i volontari sono stati impegnati, a seconda delle mansioni, tra i 20 e i 30 giorni, tra preparativi, corsi e fase successiva alla manifestazione

In tutto 40 euro al giorno che, moltiplicato per 20 o 30 giorni, porta a un totale tra gli 800 e i mille euro. Ovviamente netti, trattandosi di rimborsi spese.

Niente male per fare volontariato e divertirsi, sparando la posa con gli amici, facendosi selfie in quantità industriale, nella qualità di volontari.

Un compito privo di responsabilità particolari per andare a fare un’attività neanche tanto chiara.

Perchè i disservizi sono stati tanti e imbarazzanti, davvero una approssimazione sconcertante. Non è dipeso dai volontari ma da chi doveva dirigerli e organizzare i servizi.

Volontariato a titolo gratuito

Le Universiadi 2019 sono andate in archivio e hanno lasciato benefici per le strutture ammodernate sfruttando i fondi per detta manifestazione ma, a livello di organizzazione, siamo rimasti nel campo del volontariato, ovvero scarsa professionalità e atteggiamenti assolutamente discutibili.

Ora i volontari battono cassa e chiedono i soldi che sono indicati nei contrattini.

Finirà a carte bollate, saranno richisti nagari i giustificativi e le note spese per i rimborsi concordati, trascorreranno mesi ed anni ma i volontari stessi finiranno per convincersi che il volontariato è a titolo gratuito.

E gli organizzatori potranno controbattere: “Non ti pago”

 

Ultimi Articoli

Top News

Consiglio dei Ministri approva la Manovra di bilancio 2022

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato il “Documento programmatico di bilancio per il 2022”, che illustra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di bilancio e gli effetti sui principali indicatori macroeconomici e di finanza pubblica. Il documento, in via di trasmissione alle autorità europee ed al […]

[…]

Top News

Amministrative, Salvini “Non abbastanza bravi a costruire alternativa”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Nelle grandi città abbiamo perso l’occasione di cambiare, abbiamo sbagliato noi, non siamo stati abbastanza bravi a costruire un’alternativa”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di ‘Fuori dal Corò su Rete 4, commentando gli esiti delle elezioni amministrative. Poi lancia una stoccata al segretario del Pd Enrico Letta sull’astensionismo: […]

[…]

Top News

Scontri Roma, Salvini “Lamorgese si prenda le sue responsabilità”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Quel cretino, quel delinquente, non doveva essere in quella piazza. Perchè ce l’avete lasciato? Ministro si prenda le sue responsabilità, se non l’ha capito che stava succedendo è grave, se l’aveva capito era ancora più grave. Se non sapete isolare 20 imbecille non sapete fare il vostro lavoro”. Così il leader della […]

[…]

Top News

Tarantino “Il cinema non è morto, la gente vuole normalità”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono cresciuto leggendo libri basati sui film. Ne ho riletti alcuni e ho pensato: perchè non farlo con un mio film?. C’era una volta Hollywood è piaciuto tanto e avevo tanto materiale anche non montato. E’ vero che è una specie di espansione di un mio film ma è anche un romanzo […]

[…]