Trasporti in Irpinia: il disagio dei pendolari sulla tratta Avellino-Napoli dell’Air

Domani, mercoledì, il commissario straordinario al Comune di Avellino, il Prefetto Priolo, avrà un incontro con l’amministratore della Air Trasporti, l’ingegnere Alberto De Sio.

Parleranno dell’inquinamento atmosferico provocato nel capoluogo irpino dagli autobus che stazionano in Piazza Kennedy, della necessità di fare circolare ad Avellino mezzi meno obsoleti rispetto a quelli in circolazione per vedere ridotte le emissioni di Co2.

Parleranno e riparleranno ma le soluzioni chissà quando arriveranno.

Ci permettiamo di sottoporre un altro argomento di conversazione durante il “bilaterale” di domani.

Continuano a giungere a Irpiniaoggi lamentele e proteste, foto e testimonianze dirette per le condizioni di declino di tutto il sistema dei
trasporti regionale e soprattutto per la sua tratta più importante e redditizia: l’Avellino-Napoli.

Da fiore all’occhiello del servizio pubblico, quella tratta si sta trasformando in un quotidiano calvario per i pendolari avellinesi.

Il parco automezzi dell’Air risulta ormai datato, obsoleto e con una manutenzione approssimativa. (LEGGI QUI)

Corse rumorose per la rottura di pannelli, dei bocchettoni dell’aria condizionata e di parti dei sediolini.

E poi la pulizia, vogliamo parlarne?

Davvero scadente, soprattutto in relazione al numero dei passeggeri e delle corse effettuate da ciacun mezzo.

3

C’è poi il problema sicurezza, per il quale vengono sollecitati controlli e garanzie di efficienza dei mezzi: chi deve provvedere? (LEGGI QUI)

Più volte Irpiniaoggi, come altri organi di informazione, ha denunciato i ripetuti guasti degli autobus, non solo quelli che collegano Avellino con Napoli.

Senza trascurare, poi, lo scarso numero di autobus a disposizione degli utenti nelle ore e nei giorni di maggiore richiesta del servizio pubblico.

Sei anni fa scrivemmo questo articolo (LEGGI QUI) e con amarezza constatiamo che nulla è cambiato.

Anzi, la situazione è peggiorata.

Ovviamente il tutto si traduce in disagi e corse interminabili, in appuntamenti mancati e ritardi con coincidenze ferroviarie e aeree.

La redazione di Irpiniaoggi è al fianco di quanti, ogni giorno, utilizzando i mezzi pubblici per lavoro, studio e altro, reclama un servizio efficiente e degno.

E’ un diritto del cittadino, non è una concessione della Regione Campania o dell’azienda dei trasporti.

Continueremo perciò a ospitare segnalazioni e denunce ma soprattutto riceveremo proposte per sottoporle a chi è stato eletto in Consiglio Regionale con i voti dei cittadini ed elettori irpini.

Lo faremo soprattutto perché il tema della mobilità sia al centro del dibattito in vista delle prossime elezioni, in primis al Comune di Avellino e poi in vista delle Regionali, per ottenere un servizio efficiente e di qualità.

Il nostro indirizzo è a disposizione dei lettori redazione@staging.irpiniaoggi.it così come la nostra pagina Facebook Irpiniaoggi.

La prima proposta è la nostra, in attesa di quelle dei lettori: costituire una associazione di pendolari che possa rappresentare le istanze dei tantissimi utenti del servizio pubblico. Vogliamo cominciare?

Ultimi Articoli

Top News

Coronavirus, 9.789 nuovi casi e 358 decessi in 24 ore

12 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Sono 9.789 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri 15.746) a fronte di 190.635 tamponi effettuati, determinando un tasso di positività del 5,13%. E’ quanto riporta il bollettino del ministero della Salute. I decessi sono stati 358 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 331 registrati ieri.I guariti sono 18.010 […]

[…]

Top News

Biella, facevano sparire patrimoni gestiti da Banca Sella, 4 indagati

12 Aprile 2021 0
BIELLA (ITALPRESS) – Dietro la facciata di un curatore di patrimoni del gruppo Sella si celava in realtà un truffatore seriale in grado di spendere, insieme a tre famigliari stretti, 9,8 milioni sottratti a 10 conti intestati in prevalenza a biellesi, che gli avevano affidato la gestione dei loro capitali. Il gestore è finito in […]

[…]