Strade bloccate, enormi disagi, proteste: eppure da giorni si sapeva che…

Le immagini che vedete sono state scattate lungo la statale Ofantina, nei pressi dello svincolo di Avellino Est: mezzi usciti di strada, altri in grosse difficoltà,auto bloccate, tutto questo a causa delle strade non liberate dalla coltre nevosa.

Le immagini parlano da sole. A parte i mezzi in difficoltà, si vedono le strade non percorribili.

Chiuso il casello di Avellino Ovest, con file di auto costrette a utilizzare l’uscita di Avellino Est. Difficoltà lungo la superstrada Avellino-Salerno.

Tantissime segnalazioni giungonoin redazione, attraverso mail, e sulla nostra pagina Facebook. Gente che è arrabbiata e protesta – non sapendo a chi Santo rivolgersi – perchè si sapeva da giorni che sarebbe arrivata la grande nevicata (da stanotte ci sarà pure il gelo). Però non si vedono mezzi spazzaneve in circolazione, pare che solo pochissime strade sia state cosparse con il sale.

I sindaci hanno fatto la loro parte, chiudendo le scuole e mettendosi sotto certi aspetti al sicuro. Ma gli uffici sono rimasti aperti seppure con pochissimi dipendenti presenti.

Ad Avellino è tutto bloccato, la zona di San Tommaso è isolata poichè lungo la salita di Via Due Principati ci sono mezzi che sono rimasti bloccati e quindo ostruiscono il passaggio. Sono al lavoro i vigili del Fuoco, loro sì che sono sempre in attività.

La foto qui sotto è relativa a Contrada Quattrograne ad Avellino: strada impercorribile.

Questa’altra immagine riguarda il popoloso Rione San Tommaso: anche qui strade piene di neve e nessun mezzo in azione.

3

“Molti automobilisti hanno creato problemi circolando senza pneumatici per la neve nè catene: i vigili urbani, in questo caso, dovrebbero intervenire per sanzionare chi sta creando gravi difficoltà agli altri”, è il messaggio che ci perviene da Antonio P.

Questa foto (sotto) è stata scattata da P.C. a Collina Liguorini, dove si trovano gli uffici della Regione, della Banca ex popolare dell’Irpinia e dell’Agenzia delle Entrate e ci scrive: “I dipendenti hanno avuto difficoltà per raggiungere il posto di lavoro a causa delle strade ostruite dalla neve”.

Burian è arrivato con una puntualità svizzera, non altrettanto puntuale è stata la risposta di chi dovrebbe lavorare per evitare disagi alla popolazione.

Fatto sta che le attività sono bloccate e occorrerà pazientare fino a mercoledì per rivedere il cielo.

Inutile arrabbiarsi, domenica si vota…

Ultimi Articoli

Top News

Con il decreto covid tornano le zone gialle, le novità

21 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto sulle riaperture. Tra le principali novità, dal 26 aprile chi è munito di certificazione verde potrà spostarsi da una Regione all’altra anche se si tratta di zone rosse o arancioni. Sempre dal 26 aprile e fino al 15 giugno, in zona gialla e […]

[…]

Top News

Coronavirus, 13.844 nuovi contagi e 364 decessi nelle ultime 24 ore

21 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – I nuovi positivi al Covid sono 13.844 (+1.770), a fronte di un aumento significativo dei tamponi processati, 350.034, determinando un tasso di positività che scende al 3,9%. Diminuiscono i decessi, 364 (-26). Lo rende noto il bollettino del Ministero della Salute I guariti sono 20.552 mentre gli attuali positivi scendono a 475.635 […]

[…]

Top News

Sondaggi, per 56% italiani inaccettabile aziende falliscano per Covid

21 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – L’emergenza Covid-19 che ha colpito tutto il mondo e il nostro Paese, oltre ai problemi a livello sanitario e sulla salute, ha avuto delle importanti ripercussioni anche dal punto di vista economico. Sono molte le aziende che, a causa delle chiusure forzate e al periodo di inattività, si ritrovano ad avere notevoli […]

[…]