Sibilia (M5s) appello a Regione e Governo: “Irpinia ha bisogno di 500 litri di acqua al secondo in più”

“La Regione Campania faccia presto: l’Irpinia ha urgente bisogno della ridistribuzione delle risorse idriche e di 500 litri di acqua in più al secondo. Domani stesso mi attiverò personalmente tramite i canali istituzionali competenti, per far sentire la voce della provincia di Avellino anche al Governo”. Così Carlo Sibilia, al termine dell’incontro istituzionale, protrattosi per oltre un’ora, con il presidente dell’Alto Calore, Lello De Stefano. Il portavoce irpino del Movimento Cinque Stelle ha avuto modo di rendersi conto più da vicino, anche grazie all’apporto di carte e documenti, dell’emergenza idrica che, in questi giorni, sta attanagliando Irpinia ne Sannio. “E’ inconcepibile – spiega Sibilia – che l’Irpinia consenta di bere a cinque milioni di persone tra Puglia e Campania e che essa stessa, invece, resti poi senza acqua. Questo è un danno non solo per i cittadini, ma anche per le imprese del territorio”. Carlo Sibilia incalza la Regione Campania anche per ciò che riguarda l’impianto di Cassano Irpino che il deputato irpino, tra l’altro, visiterà venerdì mattina. “Dal 2014 l’Alto Calore ha chiesto interventi urgenti per risolvere il problema della pompa di sollevamento. Sono passati tre anni ed ancora non si fa niente: è assurdo, denunciamo con forza questo ennesimo comportamento scorretto della Regione Campania”. Il deputato M5S non lesina critiche all’Alto Calore: “Oggi ci ritroviamo con una società che non ha più un nemmeno un centesimo da investire. E’ un’azienda quasi in liquidazione, potremo dire che se la sono “bevuta” tutta. Non ci sono più soldi per nulla. A mio avviso, è un fatto sconcertante, da addebitare a tutte le amministrazioni che si sono succedute almeno negli ultimi 20 anni. Tutto ciò – prosegue Carlo Sibilia – a fronte di un’incredibile massa di crediti da esigere. Chiediamo all’Alto Calore di accelerare nella riscossione di questi crediti, chiediamo di farlo quanto prima, ci si è accorti di questa situazione in colpevole ritardo. Ora occorre mettersi da subito in carreggiata”. 

Ultimi Articoli

Top News

Il Milan torna subito a vincere, Torino battuto per 2-0

9 Gennaio 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il Milan volta pagina dopo la prima sconfitta in campionato contro la Juventus e inguaia il Torino. A San Siro i rossoneri mettono pressione all’Inter, impegnata domenica nel lunch match con la Roma, con un 2-0 che rispedisce i granata nelle ultime tre posizioni della classifica. Il Diavolo prende subito il comando […]

[…]

Top News

Conte “Lavoro per rafforzare coesione e solidità squadra”

9 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sto lavorando anche a rafforzare la coesione delle forze di maggioranza e la solidità della squadra di governo. Senza queste premesse diventa arduo perseguire obiettivi che richiedono piena dedizione e acuta lungimiranza. E non consentono distrazioni, per rispetto dei cittadini e del momento che stiamo vivendo”. Così, in un post su Facebook, […]

[…]

Top News

Zajc e Destro in gol, Genoa batte Bologna 2-0

9 Gennaio 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – Il nuovo Genoa di Ballardini non si ferma e conquista il settimo punto in quattro partite. Il Bologna di Mihajlovic non sa più vincere e rischia di essere risucchiato dalla lotta salvezza. Al Ferraris vince il Genoa per 2-0 grazie alle reti di Zajc e di un ritrovato Mattia Destro, al sesto […]

[…]

Top News

In Sicilia da lunedì Messina e altri due comuni “zone rosse”

9 Gennaio 2021 0
PALERMO (ITALPRESS) – I Comuni di Messina, Ramacca e Castel di Iudica da lunedì 11 gennaio saranno “zona rossa”. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena pubblicata. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste le relazioni delle Asp di Messina e Catania e sentiti i sindaci […]

[…]

Top News

Governo, Crimi “Paese non può permettersi cambio Esecutivo”

9 Gennaio 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Deve prevalere il senso di responsabilità in tutti perchè qui non è in gioco la poltrona, ma il destino del Paese. Noi riteniamo che la nostra delegazione ha lavorato benissimo e ha ancora tanto da poter dare. Mettere in campo una nuova squadra di governo oggi significa ripartire e rallentare l’azione politica, […]

[…]