Sert in pieno centro ad Avellino: urla, liti e assembramenti, caos per i residenti

Avellino è tra le pochissime città italiana ad avere il Sert in pieno centro.

Il Sert è un servizio gestito dall’Asl che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione degli stati di dipendenza patologica da sostanze legali e illegali (droga, alcol, fumo) e da altri comportamenti di dipendenza (gioco d’azzardo).

Dapprima ubicato in Via Molinelle, alla periferia della città, al confine con il territorio di Monteforte Irpino, da qualche anno l’Asl ha pensato bene di trasferire gli ambulatori al centro della città, per una maggiore comodità per i dipendenti della struttura.

Avviene, così, che nei giorni maggiormente frequentati da fruitori del servizio, si registrino assembramenti da parte di utenti che attendono la distribuzione del metadone oppure di ricevere assistenza dagli operatori del Sert.

Spesso avvengono litigi tra gli stessi utenti e altre volte nei confronti degli operatori, con il frequente intervento delle forze dell’ordine.

E’ avvenuto così pure questa mattina: una donna ha iniziato a urlare, poi si è accasciata dinanzi al Sert.

E’ arrivata un’ambulanza, poi due volanti della Polizia con quattro agenti impegnati nel risolvere la situazione.

Traffico bloccato, con l’accesso impedito verso un pubblico garage e gravi disagi per gli abitanti della zona.

L’Asl dispone di numerosi edifici dove sarebbe più agevole, per gli stessi utenti, recarsi a sbrigare le pratiche personali.

Perchè mantenere il Sert in pieno centro?

Sicuramente per i dipendenti è comoda tale ubicazione, con tanto di parcheggio privato (al quale possono accedere pure “amici” evitando il pagamento del ticket in zona), creando un insasamento nella stretta strada privata che conduce all’edificio del Sert.

3

Nella zona di Corso Europa i residenti hanno più volte presentato denunce e istanze per risolvere una questione che va avanti da tempo.

Qualche anno fa si registrò la morte di un tossicodipendente, proprio nei pressi del Sert. Fu detto che gli uffici sarebbero stati presto spostati altrove. Sono trascorsi esattamente 9 anni e nulla è cambiato.

Ultimi Articoli

Top News

Arriva al cinema “Banksy – L’arte della ribellione”

19 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Dal 26 al 28 ottobre arriva in sala “Banksy – L’arte della ribellione”, il lungometraggio distribuito da Adler Entertainment che porta per la prima volta sul grande schermo la storia completa della carriera di Banksy – la cui identità è ancora avvolta nel mistero: dai primi lavori come giovane artista underground a […]

[…]

Top News

Coronavirus, 9.338 nuovi contagi e 73 morti

19 Ottobre 2020 0
MILANO (ITALPRESS) – Sono 9.338 i nuovi casi di Coronavirus in Italia, quasi duemila meno di ieri quando furono 11.705. Un calo dovuto in parte alla diminuzione del numero di persone tamponate, che nelle ultime 24 ore sono state 98.862, contro le 146.541 del giorno precedente. E’ quanto emerge dal quotidiano bollettino del Ministero della […]

[…]

Top News

Coronavirus, Locatelli “Al via vaccino in primavera”

19 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Si sta facendo un grande sforzo internazionale sui vaccini. Realisticamente credo che potremmo far partire le vaccinazioni per le persone fragili, le forze dell’ordine, gli operatori sanitari nei primi mesi della prossima primavera”. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità e Componente del Cts, Franco Locatelli, in un’intervista a […]

[…]

Top News

Ballottaggi in Sicilia, bassa l’affluenza al 40,13%

19 Ottobre 2020 0
PALERMO (ITALPRESS) – Bassa l’affluenza per i ballottaggi nei quattro comuni chiamati al voto, ieri e oggi, in Sicilia. Alle urne, chiuse alle 14, si è recato il 40,13% dei votanti, -17,91% rispetto al 58,04% del primo turno.Ad Agrigento la percentuale dei votanti è stata del 42,62% (-20,37%), a Carini del 32,05% (-14,53%), ad Augusta […]

[…]