Scuola elementare Atripalda: la concretezza delle “Mamme 23 settembre”

Importante successo raggiunto dalle mamme “23 settembre” che non si sono demoralizzate a fronte dello scaricabarile delle istituzioni.

Quelle mamme, costituitesi in un gruppo spontaneo, hanno deciso di salvaguardare i diritti dei loro figli, studenti presso l’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, sostituendosi a chi era delegato a svolgere tale compito.

Ora interviene il sindacato. Con una lettera inviata ai vertici delle varie istituzioni, il problema della scuola atripaldese è stato affrontato dalla Cgil per fare luce su una questione complicata ma di facile soluzione, a patto che vi sia chiarezza e competenza nell’affrontare le situazioni.

Abbiamo chiesto aiuto a tutti, ai sindacati, alle forze politiche, agli organi di informazioni, trovando riscontro concreto. Ci siamo sostituiti al Consiglio di istituto che non sta assolvendo ai compiti rispetto al quale è stato eletto, in termini di comunicazioni taciute, nel rapporto tra scuola e famiglie, fin dallo scorso agosto”, fa sapere una delle mamme che fa parte del gruppo “23 settembre”.

La nota della Cgil chiama ciascuno alle proprie responsabilità. Ora si attende di verificare i risultati.

Eppure si poteva risolvere tutto, in breve tempo, senza tanto clamore. A patto di essere concreti.

Nello spirito di cooperazione e tenuto conto che dall’inizio dell’anno scolastico, l’Istituzione scolastica “De Amicis-Masi” di Atripalda, non riesce a procedere alle “normali” attività connesse non solo all’emergenza sanitaria Covid-19 ma anche a problemi pregressi degli immobili per le carenze dell’edilizia scolastica, il tutto ampiamente documentato anche dalle testate giornalistiche; 

avendo già in precedenza la scrivente O. S. rivolto la medesima richiesta al sindaco per le vie brevi; 

tenuto conto del fatto che alle varie riunioni sinora fatte non sono state invitate le OO.SS. sia d’Istituto che Provinciali e che l’istituto “DE AMICIS – MASI” si trova in grande sofferenza sia per le difficoltà oggettive a livello logistico – operativo e didattico organizzativo per i turni, sia per la conseguente ricaduta in ordine all’effettivo diritto allo studio in tutte le sue implicazioni; 

accertato che l’Utenza scolastica reclama giustamente ormai da giorni, la definizione del problema non più rinviabile a causa dell’inadeguatezza delle strutture in cui è allocata la scrivente O.S. chiede formalmente un incontro tra Amministratori, Istituzione scolastica, Consiglio d’istituto, Rapp. Sindacali d’Istituto e OO.SS. provinciali di categoria, al fine di affrontare motivi, cause, problematiche connesse alle criticità dell’avvio e ai mancati lavori sulla struttura invitando il Sig. Sindaco a convocare un incontro urgente per costituire un Tavolo tecnico, eventualmente permanente, utile a raccordare i soggetti precedentemente richiamati e in indirizzo in una attività di monitoraggio costante delle necessità della comunità scolastica”.

Adesso nessuno potrà dire di non essere informato sui fatti. E qualcuno dovrà dare risposte concrete.

Ultimi Articoli

Top News

Finisce senza gol il posticipo fra Verona e Genoa

19 Ottobre 2020 0
VERONA (ITALPRESS) – L’ombra del Covid spegne lo spettacolo al Bentegodi ed Hellas Verona e Genoa devono accontentarsi di un pareggio a reti inviolate nel posticipo della quarta giornata di Serie A. La squadra di Maran, falcidiata dai casi di coronavirus, si presenta senza i positivi Destro, Criscito, Zappacosta, Cassata, Lerager e Males. Tanti assenti […]

[…]

Top News

Auditel-Censis, 3,5 milioni di famiglie italiane senza internet

19 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – Il vero distanziamento sociale? Quello di 3,5 milioni di famiglie italiane, che non avendo nemmeno uno smartphone, durante il lockdown, hanno vissuto gravi difficoltà e, di fatto, sono rimaste tecnologicamente isolate. L’unica conseguenza positiva del Covid-19 è stata la fortissima accelerazione impressa all’alfabetizzazione digitale del Paese: spaventati dalla malattia, costretti a coabitare […]

[…]

Top News

Altro esordio per Pirlo “Fondamentale vincere la prima in Champions”

19 Ottobre 2020 0
KIEV (UCRAINA) (ITALPRESS) – “Sono tranquillo, non posso più giocare e quindi lascio un pò più di tensione ai giocatori. Non vedo l’ora di iniziare, sarà la mia prima partita da allenatore in Champions e la prima partita è fondamentale, è da vincere per avere un prosieguo del girone con più sicurezze e tre punti […]

[…]

Top News

Ballottaggi, Agrigento al centrodestra e Carini riconferma Monteleone

19 Ottobre 2020 0
PALERMO (ITALPRESS) – Agrigento volta pagina ed elegge come sindaco il medico Franco Miccichè, sostenuto da Vox, Forza Italia, Diventerà Bellissima e liste civiche. E’ uno dei risultati del voto per i ballottaggi in Sicilia, caratterizzato dalla bassa affluenza. Erano quattro i comuni chiamati alle urne. Oltre ad Agrigento, unico capoluogo di provincia, anche Carini, […]

[…]

Top News

Manovra da 39 miliardi, Conte “Sarà espansiva, no aumento tasse”

19 Ottobre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “La manovra economica che è stata approvata ha due obiettivi: il sostegno e il rilancio dell’economia italiana. Abbiamo concepito interventi, elaborato un progetto di manovra che guarda al breve, medio ma in prospettiva anche al lungo periodo per restituire fiducia e sviluppo al Paese. Mantiene una impostazione di forte espansione, non prevediamo […]

[…]

Top News

Rinasce ex sede Juventus a Torino, sarà hub urbano grazie a Banca Sella

19 Ottobre 2020 0
TORINO (ITALPRESS) – L’immobile di proprietà di Banca Sella di corso Galileo Ferraris 32 a Torino con il progetto dello studio Carlo Ratti associati si trasformerà in un hub urbano: un luogo di lavoro aperto alla città, con l’affiancamento di funzioni private a funzioni aperte al pubblico, sul modello dell’Open innovation center. Il Consiglio comunale […]

[…]