Questa è l’odissea scolastica di mio figlio, colpevole di essere affetto da autismo

Bryan Urciuoli ha 16 anni ed è uno dei tantissimi ragazzi affetto da autismo, in questa provincia.

La scuola presso cui è iscritto Bryan, però, con una semplice telefonata ha avvisato i familiari che il giovane potrà frequentare l’istituto De Luca di Avellino solo per due ore al giorno.

Una decisione presa dal consiglio di classe e comunicata con una semplice telefonata ai genitori del ragazzo.

Rocco Urciuoli, papà di Bryan, è a dir poco arrabbiato, oltre che stufo di questo modo di essere trattato da chi non si rende conto delle difficoltà delle famiglie costrette a battagliare quotidianamente.

«Questa è l’odissea scolastica di mio figlio, colpevole di essere affetto da autismo», dice il papà di Bryan raccontando cosa è successo.

Poi continua nel racconto, descrivendo il suo stato emotivo: “Racconto tutto questo con un filo di rabbia, perche’ il torto lo subisce un ragazzino poco piu’ che 16enne, affetto da deficit cognitivo-comportamentale che, nel caso di specie, è mio figlio”.

Quindi il resoconto del rapporto con la scuola: “Ieri mattina, in maniera sbrigativa, dall’Istituto De Luca di Avellino, hanno telefonato a mia moglie Ivana, informandola che da stamane, Bryan avrebbe dovuto osservare un turno giornaliero di sole 2 ore. Bryan e’ assistito da un sentenza, passata in giudicato, che gli assegna il massimo delle ore”.

E allora perchè questa decisione?

Rocco Urciuoli continua a spiegare: “Ho inviato una mail alla Dirigente, d’impulso, chiedendo di avere tale comunicazione in forma scritta con evidenza della motivazione che la genera e preavvisando che, nell’attesa Bryan avrebbe osservato il turno precedente”.

Prosegue il racconto: “Poi la rabbia ha cominciato a generare qualche picco d’odio versa il sistema, non avulso da soprusi legati alla burocrazia da una parte ed alla carenza di sensibilita’ dall’altra. Sicche’ – stanchi di dover chiedere quanto toccherebbe di diritto – abbiamo deciso di non portare Bryan a scuola, con buona pace di tutti”.

Sarebbe interessante conoscere le motivazioni, da parte del dirigente scolastico dell’istituto che ha adottato tale decisione.

 

Ultimi Articoli

Top News

Bianchi “Mai così tanti soldi per la scuola, ora più posti nei nidi”

27 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Non ci sono mai stati tanti soldi per la scuola. Con due obiettivi principali: il primo investire sugli ambienti scolastici, metterli in sicurezza ma anche modificarli per una didattica più partecipata, con più laboratori, con aule in grado di adattarsi a diverse esigenze. Il secondo, permettere ai ragazzi di tutto il Paese […]

[…]

Calcio Avellino

Avellino: Kanoute-Fella, brividi da ex al Barbera

26 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La ripresa degli allenamenti non ha portato sensazioni positive in casa Avellino: Carriero, Ciancio e Maniero mordono ancora il freno e non è affatto sicuro che il terzetto al completo potrà rispondere […]

Top News

Salernitana in rimonta al “Penzo”, Venezia beffato al 95′

26 Ottobre 2021 0
VENEZIA (ITALPRESS) – Lo scontro salvezza del Penzo lo vince la Salernitana che in rimonta beffa il Venezia in uno dei due anticipi della decima giornata di campionato. Apre le danze Aramu nel primo tempo, Bonazzoli fa 1-1 nella ripresa prima del rosso ad Ampadu che lascia i lagunari in 10. A tempo scaduto il […]

[…]

Top News

Quirinale, Di Maio “Stiamo bruciando nomi”

26 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il gioco al Quirinale ci sta facendo perdere i migliori, stiamo bruciando i nomi. Abbiamo bisogno di una guida solida e non di una crisi politica”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S), ospite di Lilli Gruber a Otto e Mezzo su La7. “Io mi sono dimesso da capo politico […]

[…]