Quando politica e munnezza vanno a braccetto: IrpiniAmbiente e il giallo degli straordinari

Altro che gioiello da mettere in vetrina, come orgogliosamente Domenico Biancardi ha definito Irpinia Ambiente.

Sicuramente l’azienda che si occupa della raccolta e gestione dei rifiuti, rappresenta una risorsa politica di elevato valore, pari a quello di un gioiello di prestigio.

Ora Irpinia Ambiente, che lavora per conto di diversi comuni irpini, si trova con le casse vuote e non garantisce il pagamento degli stipendi ai dipendenti.

Questa l’indiscrezione fatta trapelare dai sindacati.

LEGGI PURE – IrpiniAmbiente senza soldi per i dipendenti: sciopero e niente raccolta rifiuti

Sul sito istituzionale curato dagli operatori della comunicazione di Irpinia Ambiente (uno in pianta stabile e due con contratto a termine, uno promosso ad altro incarico matutti regolarmente retribuiti) si legge:

Irpiniambiente è il braccio operativo della Provincia di Avellino mediante il quale viene gestito l’intero ciclo di raccolta, trasporto e recupero e smaltimento dei rifiuti, a beneficio di tutti i comuni del bacino.

Braccio operativo che consente pure una rilevante gestione con la distribuzione di incarichi e posti di lavoro – soprattutto per residenti Vallo di Lauro – nell’azienda che si occupa della munnezza.

Non è un segreto, ne parlano in tanti ed emergono pure dettagliati racconti.

Dicono che l’azienda non riesce a pagare gli stipendi ai dipendenti perchè non riceve soldi dai comuni serviti da IrpiniaAmbiente.

Irpiniambiente vanta un credito di circa 47 milioni di euro dai comuni serviti.

3

Ma per opportunità politica la Provincia (proprietaria al 100% di Irpiniambiente) non ammonisce i Comuni a pagare.

Naturale che Irpiniambiente si ritrov, senza le risorse necessarie per fare fronte agli impegni coi dipendenti e con i tantissimi consulenti con contratto a termine.

Più che gli stipendi, per i quali il problema sarà risolto, sono gli oneri accessori a preoccupare gli amministratori.

Si parla di gestione del monte ore di straordinario attraverso cui si è voluto agevolare dipendenti “baciati dalla fortuna” a scapito di altri che non hanno santi in Paradiso e magari nemmeno sono iscritti a un sindacato.

Sono quelli che adesso cominciano a parlare apertamente di colleghi che girano a vuoto, di connivenze e parentele, di rapporti stretti tra politica e munnezza. E altro ancora.

Viene così fuori che uno dei due nuovi manager avrebbe messo mano alla situazione della gestione dello straordinario, chiedendo lumi sui motivi di tanto lavoro supplementare,nonostante un organico ampio e composto da grandi lavoratori.

Le reazioni non sarebbero stati sorrisi e pacche sulle spalle per il manager pagato per fare quadrare i conti e gestire l’azienda in modo trasparente, senza condizionamenti.

Puntuale è emersa l’indiscrezione delle difficoltà economica che registra IrpiniAmbiente, come pure è stato annunciato uno sciopero per il 14 luglio.

Che non ci sarà.

I dipendenti che rischiano di non prendere lo stipendio e vedersi decurtare lo straordinario non vogliono vedere ulteriormente alleggerita la loro invidiabile busta paga.

Entro il 14 luglio si troverà la soluzione: importante è che sia seria, anzichè il solito compromesso tra azienda e sindacati.

Lo sciopero non ci sarà: a rimetterci sarebbero solo i dipendenti di IrpiniAmbiente. In particolare quelli ai quali non viene consentito di collezionare tantissimo straordinario.

Ultimi Articoli

Top News

Renzi “Ottimo confronto a Palazzo Chigi, è svolta”

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Ottimo confronto a Palazzo Chigi con il Presidente Draghi, il Ministro Franco e la delegazione di Italia Viva. E’ davvero svolta su vaccini, Piano di rilancio, credibilità internazionale dell’Italia. Tutti insieme al lavoro per ripartire”. Lo scrive il leader Iv Matteo Renzi su twitter. “Con il presidente Draghi – afferma la capogruppo […]

[…]

Top News

Mahmood torna con il nuovo album “Ghettolimpo”

19 Aprile 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Mahmood annuncia “Ghettolimpo”, il suo nuovo album in uscita l’11 giugno, da oggi disponibile in preorder nei formati CD autografato e vinile autografato.Anticipato a febbraio dal singolo “Inuyasha” (disco d’oro), “Ghettolimpo” rappresenta un nuovo immaginario per l’artista che in breve tempo si è conquistato un posto fra i più importanti esponenti del […]

[…]

Top News

Recovery, Meloni “Chiesto a Draghi piano con dettagli risorse”

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Io ho chiesto di aver un piano con le tavole per capire quante risorse sono state messe su ciascuna delle scelte strategiche che si fanno, che speriamo si possa vedere nelle prossime settimane. Le nostre proposte sono sempre molto puntuali, ci aspettiamo la stessa puntualità dal governo”. Lo ha detto la leader […]

[…]

Top News

Mattarella “Giornalismo contribuisca alla rinascita del Paese”

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Desidero esprimere i miei auguri per il 19 aprile della Gazzetta di Parma. Questa data – quella della copia più antica della Gazzetta – risale al 1735. Un anno che precede di oltre un secolo l’unità d’Italia e che ci dà la percezione di quanti cambi d’epoca le successive redazioni della Gazzetta […]

[…]

Top News

Colapesce e Dimartino, “Musica leggerissima” è doppio platino

19 Aprile 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Musica leggerissima” conquista, primo tra i brani sanremesi, il Doppio Disco Di Platino. Per celebrare la certificazione, Colapesce e Dimartino pubblicano una straordinaria collaborazione internazionale con il producer e dj italo/francese Cerrone che ha realizzato una versione inedita del brano “Musica leggerissima”. Un remix tutto da ballare, prodotto da una vera e […]

[…]