Psicosi Coronavirus, altri due irpini scappano da Codogno

C’è un nuovo caso identico a quello avvenuto con il 27enne che da Codogno è rientrato a Montefusco, suo paese di origine.

Due fratelli hanno lasciato il comune lombardo per fare ritorno a quello di origine, a Lauro in provincia di Avellino

Antonio Bossone il sindaco del comune irpino di 3400 abitanti, ha diffuso immediatamente una ordinanza attraverso cui invita a svolgere un periodo di osservazione – ovvero una cosiddetta quarantena – agli abitanti di cinque condomini di Lauro i cui abitanti avrebbero avuto contatti con i due fratelli.

I ragazzi rientrati da Codogno vivono – con i propri familiari – in uno dei cinque condomini interessati dall’ordinanza emessa in modo precauzionale poichè pare che i due fratelli non avvertano sintomi particolari riconducibili al virus killer.

Il Sindaco Bossone ha ovviamente interessato anche l’Asl competente e le forze dell’ordine.

Ultimi Articoli

Top News

Effetto Covid sul lavoro, nel secondo trimestre -470 mila occupati

11 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – L’emergenza sanitaria per il Covid-19 si è fatta sentire pesantemente sul mercato del lavoro nel secondo trimestre del 2020. Secondo la “Lettura integrata” fornita dall’Istat, le ore lavorate hanno registrato una forte diminuzione rispetto sia al trimestre precedente (-13,1%) sia allo stesso periodo del 2019 (-20,0%). Si tratta di andamenti coerenti con […]

[…]

Top News

Violenza sessuale su due turiste minorenni nel Materano, 4 arresti

11 Settembre 2020 0
MATERA (ITALPRESS) – La polizia di Matera ha arrestato i presunti responsabili della violenza sessuale e delle lesioni personali aggravate e continuate nei confronti di due minorenni, di nazionalità britannica, avvenute la notte del 7 settembre a Marconia, frazione di Pisticci (Matera), nel giardino di una villa in cui si teneva una festa privata. Le […]

[…]

Top News

Salvini “Sulla scuola regna il caos, Azzolina non ascolta nessuno”

11 Settembre 2020 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono preoccupato per il 14, la ripresa della scuola coinvolge 8 milioni di studenti e 1 milione di insegnanti e regna ancora il caos, perchè da aprile Azzolina non ascolta nè la Lega, ne gli studenti, nè gli insegnanti, nè i presidi”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a […]

[…]