Provincia, le strade sono tutte buche ma si pensa a una nuova opera faraonica

Un altro studio di fattiblità commissionato dal presidente della Provincia, Domenico Biancardi, per la realizzazione di un percorso veloce
per il collegamento del Vallo di Lauro con il casello autostradale di Baiano dell’Autostrada A16 Napoli-Canosa.

Uno studio che fa il paio con quello relativo al tunnel attraverso cui collegare i centri della Valle Caudina con quelli del Baianese, attraverso il traforo della montagna di Montevergine.

Si tratta di studi che richiedono investimenti economici per opere che chissà quando potranno essere progettate e realizzate.

Questo studio, che riguarda il collegamento del Vallo di Lauro con l’Autostrada A16, è sicuramente interessante ma discutibile perchè interessa un numero di abitanti non eccessivamente ampio e nemmeno vede diminuire di chissà quanto i tempi di percorrenza.

Il rapporto costo-beneficio, insomma, è tutto da verificare.

Lo studio di fattibilità prevede tre interventi su altrettanti tratti per costruire l’opera. Il primo tratto va dalla strada di collegamento del Comune di Taurano con quello di Visciano, che s’interseca con una strada sterrata già esistente e, successivamente, su un’altra già asfaltata fino a raggiungere l’area del “Lagno di Trulo”, che costituisce l’asta terminale del “Vallone Cantarelli”. Il vallone raggiunge l’area pedemontana, a ridosso del confine con il Comune di Mugnano del Cardinale.
Il secondo tratto farà da collegamento con la variante che porta dal casello autostradale alla strada Mugnano-Monteforte. Il terzo, invece, unirà la statale 403 nella parte che attraversa il territorio del Comune di Moschiano con la strada che va da Taurano fino alla località “Arcucciello”.

Previsto nello studio di fattibilità un investimento complessivo di 6.170.158,88 euro.

Bello, bellissimo, da applausi. Intanto ci sono strade provinciali che rappresentano una vergogna, specialmente quelle che interessano i centri della Baronia e delle zone interne della provincia di Avellino. Strade che rappresentano un pericolo per il pessimo stato dell’asfalto e per la manitenzione praticamente inesistente.

C’è da domandarsi: invece di fare progetti faraonici, perchè non risolvere innanzitutto i problemi quotidiani? Nel tempo libero e con le eventuali risorse economiche si potrà pensare poi a qualche opera da lasciare ai posteri.

Ultimi Articoli

Top News

Draghi incontra Salvini, Lega “Evitare il ritorno alla legge Fornero”

25 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Chigi il segretario della Lega, Matteo Salvini. Lo rende noto la Presidenza del Consiglio.Di “lungo e positivo colloquio” parla la Lega, che spiega: “Il leader del Carroccio ha illustrato le sue proposte per rilanciare il Paese e difendere lavoro e […]

[…]

Top News

Renzi “Sul ddl Zan avevamo ragione noi”

25 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sul Ddl Zan, Letta apre alle modifiche, come noi avevamo suggerito quattro mesi fa. Bene così, è una scelta che apprezzo. Nessuno fortunatamente ha insultato Enrico, come invece in tanti hanno fatto con noi, quando avevamo posto il tema. La verità è che avevamo ragione: se vogliamo che la legge passi, vanno […]

[…]

Avellino

Blitz antidroga ad Avellino: in manette pregiudicato di 50 anni

25 Ottobre 2021 0

Gli agenti della Mobile di Avellino, hanno tratto in arresto un 50enne pregiudicato avellinese, responsabile di spaccio di droga. I poliziotti, conoscendo già l’uomo come possibile spacciatore, hanno eseguito una perquisizione domiciliare e hanno ritrovato marijuana […]

Top News

Salmo, “Flop” è disco di platino

25 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il nuovo album di Salmo “Flop” è certificato disco di platino, assieme al singolo “Kumite”, che ottiene oggi la certificazione oro. Il disco, uscito venerdì 1 ottobre, è da tre settimane alla posizione #1 della classifica FIMI degli album più venduti.Un nuovo risultato che va ad aggiungersi alla posizione #1 per “Flop” […]

[…]