Ospedale Moscati, stop alla vergogna dopo la nostra denuncia: un container per gli operatori 118

La denuncia di Irpiniaoggi ha trovato immediata risposta da parte della direzione dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino.

Due giorni fa avevamo pubblicato un video attraverso cui veniva documentato che gli operatori del 118 erano costretti a svestirsi delle tute potenzialmente infette all’esterno del Pronto Soccorso dell’ospedale Moscati di Avellino, nel parcheggio e tra i rifiuti.

LEGGI QUI Gli angeli del 118 costretti a svestirsi nel parcheggio

Due giorni dopo, la stessa direzione ha fatto sapere:

“Un container di decontaminazione è stato noleggiato dall’per consentire un adeguato e sicuro svolgimento delle procedure di vestizione e svestizione degli operatori del 118 dell’Asl Avellino”.

“La struttura, sistemata questo pomeriggio appositamente nei pressi del Pronto Soccorso della Città Ospedaliera per ridurre anche il rischio di contaminazione degli stessi spazi dedicati all’emergenza, si compone di tre ambienti con ingresso e uscita separati: una camera per togliere i dispositivi di protezione individuale (Dpi) e deporli in appositi contenitori per rifiuti speciali; un’altra per il lavaggio e una terza per la vestizione pulita”.

Siamo contenti per gli operatori del 118 e anche per il nostro lavoro che non risulta vano, specialmente quando vengono segnalati problemi seri con immediata soluzione dagli enti interessati.

Palazzina Alpi

Dall’azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino attendiamo ora il comunicato relativo all’effettiva entrata in funzione della palazzina Alpi per ospitare i pazienti contagiati dal Covid-19.

Questa mattina avevamo sollecitato la Direzione così:

LEGGI QUI – Moscati: che fine ha fatto la palazzina Alpi?

La risposta è arrivata ma non è soddisfacente.

Ecco quanto contenuto nel comunicato ufficiale diffuso dall’Azienda Ospedaliera di Avellino.

Si legge: “Proseguono, frattanto, senza sosta i lavori di allestimento della Palazzina Alpi: dopodomani, venerdì, sarà consegnata una Tac di ultima generazione a servizio delle attività assistenziali che si svolgeranno all’interno della struttura. Dopo aver provveduto all’installazione e al collaudo del macchinario, come dagli impegni assunti dalla Direzione Generale e in linea con gli indirizzi della Regione Campania, verso la metà della prossima settimana, nella Palazzina Alpi potranno essere ospitati i primi degenti affetti di Covid-19”.

Verso la metà dell’entrante settimana?

Se tutto andrà bene saremo al 16 aprile, ben oltre la data indicata con l’annuncio trionfale del 27 marzo secondo cui “Al massimo entro dieci giorni la palazzina Alpi ospiterà pazienti contagiati da Covid-19”.

Comunque già è qualcosa..

Ultimi Articoli

Senza categoria

Catania Avellino 2-2. Lupi belli a metà

20 Ottobre 2021 0

Settimo pareggio in stagione per la squadra di Piero Braglia che pareggia al Massimino di Catania 2-2. E dopo 20 anni porta punti a casa da questa trasferta (l’ultimo pareggio nel 2001, l’ultima vittoria risale addirittura al […]

Top News

Atalanta rimontata all’Old Trafford, CR7 condanna la Dea

20 Ottobre 2021 0
MANCHESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Non basta all’Atalanta un doppio vantaggio iniziale per avere la meglio sul Manchester United. All’Old Trafford sono Ronaldo e compagni a passare in rimonta per 3-2 al termine di una sfida emozionante. I bergamaschi partono bene e passano al 15′. Ilicic serve Zappacosta sulla destra che mette in mezzo un rasoterra […]

[…]

Top News

La Juve vince anche in Russia, Kulusevski stende lo Zenit

20 Ottobre 2021 0
SAN PIETROBURGO (RUSSIA) (ITALPRESS) – Tre ottimi punti quelli ottenuti dalla Juventus a San Pietroburgo grazie all’1-0 nella terza giornata del Gruppo H di Champions League. Quella contro lo Zenit si è confermata ancora una volta una sfida difficile e avara di gol così com’era già successo nel doppio confronto della stagione 2008-2009 quando i […]

[…]

Top News

Vaccino, Speranza “Valuteremo terza dose su evidenzia scientifica”

20 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “La terza dose è stata autorizzata per gli immunocompromessi, in questo caso non si tratta di un richiamo ma di un completamento di vaccinazione primaria. Le altre categorie sono gli ultra 80enni, gli ospiti delle Rsa e i fragili di ogni età. L’evidenza scientifica ci porterà a valutare la terza dose anche […]

[…]

Ariano Irpino

Ariano Irpino, giovane precipita dal ponte della panoramica

20 Ottobre 2021 0

Un giovane di 31 anni è morto ad Ariano Irpino precipitando da un viadotto in via Maddalena. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della compagnia di Ariano Irpino. La salma, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata portata […]