No al bavaglio sul Covid, la protesta dell’Ordine dei Giornalisti: bravo De Luca

“No al bavaglio sul Covid. Il provvedimento della Regione che impedisce a medici e dirigenti della sanità pubblica di parlare con la stampa è inaccettabile così come la decisione di allontanare il TGR Campania e altre testate dall’area da mesi riservata nei pressi dell’ospedale Cotugno. Medici, infermieri, giornalisti hanno un ruolo fondamentale soprattutto in questa fase e l’informazione, con centinaia di giornalisti impegnati da mesi in strada, non può essere emarginata. Invitiamo, dunque, il rieletto presidente della Regione Vincenzo De Luca a ritirare questo atto ingiustificato e ingiustificabile“, così il presidente regionale dell’Ordine dei Giornalisti, Ottavio Lucarelli.

La direzione, la redazione e la società editrice di Irpiniaoggi, invece, plaudono all’iniziativa del presidente della Regione Campania, perchè in questo modo De Luca solleva gli operatori dell’informazione dall’affannoso lavoro di correre dietro medici e dirigenti sanitari per registrare dichiarazioni prevalentemente scontate e talvolta pure farlocche.

Grazie presidente De Luca: questo quotidiano continuerà a fornire informazioni circa la situazione sanitaria in Campania, in modo scrupoloso e dettagliato.

Sapremo comunque reperire informazioni utili per i nostri lettori, magari non sempre piacevoli per gli operatori della sanità campana.

In caso di necessità, ovvero per eventuali repliche e puntualizzazioni, per rendere pubbliche dichiarazioni da parte di sanitari, fornire avvisi alla popolazione, pubblicare i comunicati delle aziende ospedaliere ed altro, ci si potrà rivolgere all’ufficio pubblicità di Irpiniaoggi commissionando“articoli pubbliredazionali” oppure banner pubblicitari attraverso cui magnificare la gestione della sanità in Campania.

Il tutto, ovviamente, a pagamento.

Per la serie: avreste dovuto pagare o perlomeno dire grazie ai giornalisti per l’attenta e scrupolosa attività svolta in favore della popolazione e della stessa sanità campana, in questo difficile periodo di emergenza Covid-19.

Governatore, politici, dirigenti sanitari e affini: eravate stati abituati troppo bene.

Vogliamo parlare di sanità? Cominciamo così, con la punta dell’iceberg.

LEGGI QUI – Medico del Moscati indagato per peculato: ecco cosa è accaduto

Ultimi Articoli

Top News

Consiglio dei Ministri approva la Manovra di bilancio 2022

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il Consiglio dei ministri ha approvato il “Documento programmatico di bilancio per il 2022”, che illustra le principali linee di intervento che verranno declinate nel disegno di legge di bilancio e gli effetti sui principali indicatori macroeconomici e di finanza pubblica. Il documento, in via di trasmissione alle autorità europee ed al […]

[…]

Top News

Amministrative, Salvini “Non abbastanza bravi a costruire alternativa”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Nelle grandi città abbiamo perso l’occasione di cambiare, abbiamo sbagliato noi, non siamo stati abbastanza bravi a costruire un’alternativa”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini, ai microfoni di ‘Fuori dal Corò su Rete 4, commentando gli esiti delle elezioni amministrative. Poi lancia una stoccata al segretario del Pd Enrico Letta sull’astensionismo: […]

[…]

Top News

Scontri Roma, Salvini “Lamorgese si prenda le sue responsabilità”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Quel cretino, quel delinquente, non doveva essere in quella piazza. Perchè ce l’avete lasciato? Ministro si prenda le sue responsabilità, se non l’ha capito che stava succedendo è grave, se l’aveva capito era ancora più grave. Se non sapete isolare 20 imbecille non sapete fare il vostro lavoro”. Così il leader della […]

[…]

Top News

Tarantino “Il cinema non è morto, la gente vuole normalità”

19 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono cresciuto leggendo libri basati sui film. Ne ho riletti alcuni e ho pensato: perchè non farlo con un mio film?. C’era una volta Hollywood è piaciuto tanto e avevo tanto materiale anche non montato. E’ vero che è una specie di espansione di un mio film ma è anche un romanzo […]

[…]