Niente fuochi: il nuovo Sindaco fa arrabbiare gli abitanti di Torelli di Mercogliano

C’è chi la interpreta come un segnale negativo, malaugurante, con presagi nefasti per il futuro. La decisione del sindaco D’Alessio di non autorizzare i tradizionali fuochi di artificio per i festeggiamenti di San Nicola e Sant’Antonio da Padova non è piaciuta agli abitanti di Torelli, il popoloso agglomerato residenziale che ricade nel comune di Mercogliano.

Quei fuochi pirotecnici hanno rappresentato da sempre un motivo di vanto per il comitato festa e per i residenti della popolosa frazione del Comune che ha da poco cambiato radicalmente amministrazione. Anche con i voti di chi abita in quella zona.

Chi ha memoria lunga assicura che da almeno 70 anni quell’appuntamento mai era saltato una volta, perciò si temono eventi negativi.

I nuovi amministratori non si lasciano condizionare dalla superstizione, una cosa che non appartiene a persone che si devono professare vicino all’ambiente ecclesiastico, visto che l’Abate di Montevergine è stato uno dei loro maggiori sostenitori per il risultato elettorale appena registrato.

Eppure, per festeggiare la vittoria del nuovo sindaco e della sua lista, fu allestito uno spettacolo di fuochi d’artificio da lasciare i paesani a bocca aperta.

Ora non si può fare: questione di sicurezza, di autorizzazioni, di coraggio nell’assumersi responsabilità.

A Mercogliano si dice che ci sia un’aria nuova, che il cambiamento porterà a tante belle novità, sarà tre volte Natale e festa tutto il giorno, come cantava il divino Dalla.

Se la prima novità è l’eliminazione dei colorati fuochi pirotecnici per la festa più importante del paese, c’è poco da stare allegri per il futuro.

Nessuna spiegazione ufficiale.

Tra le tante ipotesi, quella di salvaguardare l’ambiente evitando l’inquinamento acustivo dovuto ai rumori degli spari, oppure la possibilità di destinare i soldi per i fuochi di artificio a qualcosa di più interessante.

In realtà pare sia stata la scarsa volontà di assumersi la responsabilità di autorizzare l’effettuazione dei giochi pirotecnici. Questione di coraggio, insomma.

Il cambiamento è pure questo: “Bisogna cambiare tutto per non cambiare niente”, così scriveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne “Il Gattopardo”.

La nuova maggioranza che amministra Mercogliano pare abbia scelto proprio la strada del gattopardismo, modificando il detto in “Cambiare tutto per cambiare in peggio”. Altro che niente…

Ultimi Articoli

Top News

Commercio estero, export settembre -1,1%

27 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – A settembre 2021 si stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue27, un calo congiunturale per le esportazioni (-1,1%) e un aumento per le importazioni (+0,6%). Lo rileva l’Istat. La flessione su base mensile dell’export è dovuta al calo delle vendite di beni intermedi (-6,6%) mentre sono in aumento quelle di […]

[…]

Top News

Vaccino, Costa “Terza dose? Su ampliamento platea decida scienza”

27 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Terza dose? “Questa è una scelta che la politica fa in base a quelle che saranno le indicazioni scientifiche, mi auguro che questo non diventi argomento di dibattito politico e che tutta la politica sia compatta sulle indicazioni della scienza”. Lo dice il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, intervenuto ai microfoni della […]

[…]

Top News

Pensioni, Di Maio “Troveremo una soluzione di compromesso”

27 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Ad ogni legge di bilancio c’è sempre una trattativa serrata con le parti sociali. Credo che quello di ieri sera, sulle pensioni, sia un passaggio del negoziato. Il presidente del Consiglio cerca sempre di andare incontro a tutti ma non può andare contro la sostenibilità del bilancio”. Lo ha detto il ministro […]

[…]

Top News

Bianchi “Mai così tanti soldi per la scuola, ora più posti nei nidi”

27 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Non ci sono mai stati tanti soldi per la scuola. Con due obiettivi principali: il primo investire sugli ambienti scolastici, metterli in sicurezza ma anche modificarli per una didattica più partecipata, con più laboratori, con aule in grado di adattarsi a diverse esigenze. Il secondo, permettere ai ragazzi di tutto il Paese […]

[…]

Calcio Avellino

Avellino: Kanoute-Fella, brividi da ex al Barbera

26 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La ripresa degli allenamenti non ha portato sensazioni positive in casa Avellino: Carriero, Ciancio e Maniero mordono ancora il freno e non è affatto sicuro che il terzetto al completo potrà rispondere […]