Montoro senza acqua: commercianti e imprese pronti a denunciare l’Alto Calore

Sospensione dell’erogazione idrica a Montoro: commercianti e imprese pronti a denunciare l’Alto Calore per non avere fornito adeguata informazione, circa tale blocco, creando danni e disagi alle attività commerciali e imprenditoriale del comune irpino.

Alle proteste degli imprenditori di Montoro si aggiunge l’indignazione dei cittadini espressa attraverso le parole del primo cittadino Girolamo Giaquinto.

La comunicazione dell’interruzione idrica è stata fornita dall’Alto Calore Servizi con una pec delle 10.17 indirizzata al Comune di Montoro. In realtà l’acqua mancava già dalle 6 del mattino.

Tanto tempo per predisporre una comunicazione urgente? Forse perchè gli uffici dell‘Alto Calore aprono alle 8,30 e poi occorre attendere che si accendano i computer, che si attivino le competenze e vengano svolte altre incombenze e occupazioni che portano via tempo?

E l’efficienza e le competenze tanto decantate dal presidente Michelangelo Ciarcia?

Fatto che il comune di Montoro sta valutando la possibilità di azioni legale per il risarcimento dei danni provocati per il gravissimo disservizio.

Il Sindaco Giaquinto ha così ricostruito la vicenda: «La sospensione idrica è avvenuta prima delle 6 della giornata di sabato e solo dopo tante richieste di informazioni e segnalazione del possibile guasto, da parte di centinaia di utenti, l’informazione ufficiale è pervenuta dalla società Alto Calore dopo le 10. E’ un atteggiamento intollerabile come lo è altrettanto lasciare migliaia di miei concittadini senza acqua per un intervento di manutenzione del genere».

Ultimi Articoli

Attualità

Coronavirus, i dati in Irpinia del 30 maggio: un solo positivo su 190 tamponi

30 Maggio 2020 0

Un solo positivio su 190 tamponi processati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Ricerche Genetiche BIOGEM di Ariano Irpino, dall’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento e dall’Ospedale “Cotugno” di Napoli. […]