Metro leggera, i vandali dei cordoli. Festa: “Questi gesti non rimarranno impuniti”

Sono in corso indagini per identificare i tre ragazzi che sabato sera hanno preso a calci i cordoli per la metropolitana leggera di Avellino. Come già accaduto con l’episodio del Suv, Questura e Polizia Municipale stanno analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

“Non so cosa vogliono dimostrare, se non l’idiozia – commenta il sindaco Gianluca Festa – colgo invece, con grande positività, l’indignazione della comunità. Questo è un aspetto fondamentale e speriamo di riuscire a individuare questi idioti e a sanzionarli. È importante far capire che questi gesti non rimarranno impuniti”.

Sulla gestione della metro leggera il primo cittadino dichiara: “La nostra amministrazione si è presa in carico il compito di realizzare l’intervento, farlo partire e gestirlo, reperendo i fondi per sei mesi – e prosegue – Abbiamo ereditato l’onere di completare l’opera per non restituire 20 milioni di euro alla Comunità Europea e già questo è stato importante”.

E alle lamentele dei cittadini replica: “I cambiamenti comportano sempre disagi. Quando fu chiuso il Corso, ricordo ci furono grandi proteste. Oggi, se qualcuno immagina di toccare il Corso pedonale, posso anche comprendere le grandi reazioni di protesta da parte della gente”.

SPOT