Luciana Lamorgese, Avellino e quella nevicata del 1973

Due passi per il corso dopo le ore di studio, qualche uscita con i nuovi amici avellinesi. Luciana Lamorgese, nuovo Ministro dell’Interno,  non aveva ancora compiuto 20 anni, quando nei primi anni 70, si trovò a frequentare una città, Avellino, a lei sconosciuta. Una città che le rimase scolpita nella mente e nel cuore grazie a quella memorabile nevicata del 1973.

Luciana Lamorgese era, infatti, la figlia di Italo Lamorgese, Prefetto di Avellino dal 1970 al 1975, massima autorità che si trovò ad affrontare piccole e grandi grandi emergenze di quegli anni, ed in particolare la grande nevicata del 1973.

In un incontro dedicato alla presentazione del volume di Stefano Sorvino dedicato al padre, “Una vita, più vite: Ricordando il Prefetto Guido Sorvino” –  svoltosi due anni e mezzo fa ad Avellino – esattamente il 20 febbraio 2017 – il Prefetto Luciana Lamorgese ricordò proprio quegli anni vissuti nel capoluogo irpino, quando era appena una ventenne studentessa universitaria.

Nel corso dell’evento, Luciana Lamorgese ricordò la figura del padre Italo.

In un clima assai cordiale fu lasciato spazio ai ricordi, da parte di personaggi irpini che si sono distinti nell’attività presso il Ministero dell’Interno. A cominciare dal Sen. Nicola Mancino, che è stato Ministro, Carlo De Stefano, già Questore di Avellino ed ex sottosegretario al Ministero dell’Interno, Raffaele Cannizzaro, Vincenzo Cardellicchio, Claudio Meoli.

A fare gli onori di casa fu il Prefetto Carlo Sessa e, ospite assai gradito, proprio il Prefetto Luciana Lamorgese,  potentina di nascita ma irpina d’adozione che ricordò i suoi trascorsi ad Avellino

Chi è il nuovo Ministro dell’Interno

Luciana Lamorgese è nata a Potenza l’11 settembre 1953. E’ sposata ed ha due figli.

E’ laureata in Giurisprudenza.  Ha prestato servizio al Ministero dell’Interno, nella direzione generale per l’amministrazione e per gli affari del personale e all’ufficio centrale per gli affari legislativi e le relazioni internazionali e nel 2010 è stata nominata prefetto di Venezia nel 2010, con delega in tema di immigrazione e accoglienza.

Dal luglio 2013 al febbraio 2017 è stata capo di gabinetto al Viminale con il ministro dell’Interno Angelino Alfano, ruolo che ha ricoperto per quattro anni fino alla nomina a prefetto di Milano, da notare che fu la prima donna ad insediarsi a Palazzo Diotti,

Fino ad ottobre 2018 Prefetto di Milano (ora è Consigliere di Stato), Luciana Lamorgese ha 66 anni ed ha scelto di svolgere lo stesso lavoro del padre Italo, anch’egli Prefetto della Repubblica e per 5 anni al vertice della Prefettura di Avellino.

Ultimi Articoli

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]

Top News

Letta “Il voto rilancia il Pd e rafforza il Governo”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Il Pd oggi è rilanciato, vince ovunque queste elezioni”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, dalla sede del Nazareno, commentando i risultati dei ballottaggi.“Ho sempre imparato che la cosa più importante è ascoltare gli elettori e gli elettori sono più avanti di noi, perchè si sono saldati e hanno […]

[…]

Attualità

Furbetti all’Asl di Avellino, 27 condanne

18 Ottobre 2021 0

Ventisette condanne e sei assoluzioni nel processo di primo grado nei confronti di 33 dipendenti ed ex dipendenti della Asl di Avellino accusati di assentarsi dal lavoro dopo aver “strisciato” il badge. Il giudice monocratico, […]