La piscina comunale resta chiusa in attesa del ricorso al Tar

La maledizione delle piscine: chiusa quella comunale per vicende burocratiche, aperta quella del Country Sport dove ieri s’è registrato il decesso di una donna per cause, counque, non imputabili alla organizzazione della struttura. Con questo caldo, ci si interroga quando riaprirà la struttura comunale situata difronte allo stadio e al palasport di Avellino. Intanto vengono prese d’assalto le altre strutture presenti in città e in provincia, per trovare un pò di refrigerio in questi giorni di intenso caldo.

Domani mattina se ne parlerà nella conferenza dei servizi durantela quale il sindaco Paolo Foti, l’assessore al Patrimonio, Paola Valentino, il segretario generale Riccardo Feola, e il comandante della polizia municipale, Michele Arvonio, valuteranno la situazione anche sulla scorta di quanto chiarito dai responsabili dalla Polisportiva che gestisce la piscina comunale. I cui legali fanno sapere che sarà presentato ricorso al Tar per ottenere l’annullamento dell’ordinanza di sospensione delle attività emessa dal Coune capoluogo.

«Un’ordinanza oggettivamente eccessiva e sproporzionata»: tale è stata definita dal legale Lorenzo Lentini che, su mandato dalla Polisportiva Avellino, ha preparato il ricorso su cui dovrà esprimersi il Tar di Salerno.

L’ufficio legale della società Polisportiva, con una nota, si è dichiarata “sicura che tale vicenda perverrà in tempi rapidi ad una positiva risoluzione a seguito di un più approfondito esame da parte dei competenti organi comunali, come sollecitato dai propri legali”.

Poi una precisazione: “Contrariamente da quanto si apprende da notizie diffuse da alcuni organi di stampa la struttura realizzata dalla società è all’avanguardia ed è dotata di tutte le autorizzazioni amministrative e sanitarie per l’esercizio dell’attività natatoria e delle altre attività connesse”.

Quindi una spiegazione: “La questione sollevata dal Comune attiene esclusivamente all’attività di stabilimento balneare destinato ad una multitudine indiscriminata di persone che è cosa diversa ed ulteriore rispetto a quella di centro natatorio polifunzionale destinato ai propri iscritti, regolarmente esercitata dalla società. Pertanto, anche nell’interesse della collettività, si confida nella revoca in tempi strettissimi del provvedimento in oggetto”.

 

Ultimi Articoli

Top News

Barbagallo “Sbagliato mettere i giovani contro gli anziani”

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sono un pensionato attivo e produttivo e voglio che il Paese sia attivo e produttivo. Per fare questo bisogna fare un grande patto per il Paese fra tutte le forze sociali, produttive, economiche e politiche”. Così Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil Pensionati, intervistato da Claudio Brachino per la rubrica “Primo Piano” […]

[…]

Top News

Meloni”Nomine segnale positivo ma serve discontinuità da governo Conte”

3 Marzo 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “So che ci vuole tempo, e apprezzo che qualche passo si sia compiuto». Lo dice, intervistata dal Corriere della Sera, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che parla di “segnale positivo” a proposito della sostituzione di Arcuri ma ribadisce che “per ora nei contenuti quello che Draghi sta facendo mi sembra […]

[…]

Top News

Sanremo al via, Amadeus “Festival per il Paese che lotta”

3 Marzo 2021 0
SANREMO (ITALPRESS) – L’inizio al buio, Amadeus che si fa il segno della croce prima di scendere le scale, le poltrone rosse vuote, gli applausi finti. Sono le prime immagini di Sanremo 71: «il Festival della ricrescita», Fiorello docet. La «scoperta che la normalità è una cosa straordinaria», per dirla con Amadeus che mai, confessa, […]

[…]

Top News

Morata, Chiesa e Ronaldo, Juve batte Spezia 3-0

2 Marzo 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – La Juventus riparte dopo lo stop di Verona e batte lo Spezia per 3-0 con le reti di Morata, Chiesa e Cristiano Ronaldo. Nell’anticipo del turno infrasettimanale la squadra di Pirlo si porta momentaneamente a -3 dal Milan e a -7 dalla capolista Inter. Nella cornice di un Allianz Stadium che al […]

[…]