La Novolegno spegne le caldaie, niente più fumi: dal 23 febbraio la fabbrica chiude

La Novolegno chiude i battenti.

Dal 23 febbraio per un centinaio di lavoratori dell’azienda del gruppo Fantoni di Udine e per quelli che lavorano nell’indotto, inizierà il calvario che ha visto interessate maestranze di altre aziende irpine per le quali si è andati verso la chiusura definitiva, con perdita di numerosi posti di lavoro.

Eppure la Novolegno sembrava una delle poche aziende del territorio poco scalfite dalla crisi.

Una fabbrica assai discussa, però, da parte degli ambientalisti, dei residenti della zona di Arcella e Pianodardine, di Prata e Montefredane, a causa dei fumi che fuoriescono dai tre silos metallici, giorno e notte.

Ora quei silos smetteranno di emettere fumi e vapore, le caldaie saranno spente, la fabbrica chiuderà i battenti.

Inizieranno i tortuosi percorsi che vedranno scendere in campo sindacati, politici di turno, amministratori e cittadini, con un finale amaro, facile da prevedere.

Ultimi Articoli

Cronaca

Monteforte Irpino: controlli in un cantiere edile, 9 denunce

30 Novembre 2021 0

I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica 9 persone, ritenute responsabili dei reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”,“falsità ideologica […]

Attualità

Covid in Irpinia: 61 casi

30 Novembre 2021 0

L’Azienda Sanitaria Locale comunica su 840 tamponi effettuati sono risultate positive al Covid 61 persone: – 1, residente nel comune di Altavilla Irpina; – 3, residenti nel comune di Ariano Irpino; – 1, residente nel […]

Cronaca

Dramma a Sturno, poliziotto trovato morto in auto

29 Novembre 2021 0

Un uomo di 57 anni, poliziotto in servizio presso il Commissariato di Ariano Irpino, è stato trovato cadavere all’interno della sua auto nel territorio di Sturno. Ad ucciderlo un colpo pistola. Sono in corso indagini. […]