La denuncia: Scuola di prima infanzia con alta vulnerabilità sismica, trasferisco mia figlia altrove

Salve sono l’ing. Giuseppe De Vito ma scrivo questa nota in qualità di padre dell’alunna Nicole De Vito iscritta fino a qualche giorno fa presso la scuola di prima infanzia “Rachelina Ambrosini” di Venticano.

Ho deciso di trasferire mia figlia presso una struttura sismicamente più sicura quando ho verificato che l’indice di vulnerabilità sismica del plesso scolastico, scaturito dalla relazione di vulnerabilità sismica a firma dell’ing. Antonio Fasulo in atti presso il Comune, risultava essere 0,001, in considerazione del fatto che l’ente proprietario, nonostante il valore simicamente allarmante, ha deciso di tenere aperta la struttura.

Voglio precisare che l’indice di rischio permette di valutare la capacità residua di una struttura dopo un evento sismico ed ha valori compresi tra 0 e 1.

Essendo in questo caso tale valore pari a 0,001 significa che la struttura ha una vulnerabilità molto alto e vita residua minima dal punto di vista sismico.

Il mio non è un banale allarmismo, infatti voglio ricordare la recente sentenza di Cassazione Penale n. 190/2018 pubblicata lo scorso 08 gennaio 2018 con cui è stato confermato il sequestro preventivo di una scuola situata a Ribolla, frazione del Comune di Roccastrada (Grosseto), da parte della Procura sulla base del suo livello di vulnerabilità sismica emerso da appositi accertamenti.

In quel caso era infatti rimasto accertato da perizia tecnica un indice di rischio collasso sismico (e non di idoneità statica) pari a 0,985, discostato di pochissimo al valore minimo pari a 1, riferito alla prestazione richiesta per una nuova costruzione secondo le stesse Norme Tecniche di Costruzione antisismiche.

Stiamo parlando di un obbligo di valutazione della vulnerabilità degli edifici di interesse strategico e per quelli il cui collasso strutturale potrebbe avere effetti rilevanti, obbligo imposto con la nota ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003.

Si evince, secondo la cassazione, che anche in presenza di un rischio sismico lieve le scuole vanno chiuse perché i terremoti non sono prevedibili e un minimo scostamento dei parametri può nascondere pericoli considerevoli.

Secondo la tesi della Cassazione, il rischio di crollo esiste anche se la scuola si trova in un’area a “basso rischio sismico” e se si rileva un “minimo scostamento dai parametri di edificazione” contenuti nelle Norme Tecniche per le Costruzioni – NTC 2008.

Per far scattare i sigilli è sufficiente la violazione delle norme che impongono il raggiungimento di determinati standard, non è invece necessaria la presenza di un pericolo concreto.

Questo perché “nel carattere non prevedibile dei terremoti”, le regole tecniche di edificazione mirano a contenere i rischi nell’eventualità che l’evento sismico si verifichi.

Io ho fatto la mia scelta, da padre e da tecnico, non facendo frequentare quell’istituto a mia figlia, ma il pensiero che altri bambini frequentino quell’istituto esponendoli ad un rischio così alto mi porta a scrivere questa lettera al fine di informare gli organi istituzionali e di stampa.

Spero che ognuno, per quanto possibile nelle proprie competenze e secondo le propria coscienza, contribuisca a fare in modo che la sicurezza dei bambini venga sempre rispettata.

 

Ultimi Articoli

Top News

Dal Pino “Stato non ha a cuore calcio, daspo a vita ai razzisti”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – E’ una ferita aperta, anche se ancora in tempo per essere guarita. “E’ difficile comprendere come uno stato non abbia a cuore settore che ha versato oltre 14 miliardi di contribuzioni”. Paolo Dal Pino, presidente della Lega Serie A e vice-presidente vicario della Figc, non nasconde la delusione cocente per il decreto […]

[…]

Top News

Urne aperte per i ballottaggi alle 7, affluenza in calo

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Si e’ fermata al 33,34% l’affluenza nel primo giorno dei ballottaggi nei 65 Comuni chiamati al voto, secondo la rilevazione delle 23 di ieri del Viminale. I seggi hanno riaperto alle 7 e si votera’ fino alle ore 15. Subito dopo avverra’ lo spoglio delle schede. L’appuntamento elettorale coinvolge circa 5 milioni […]

[…]

Top News

Green Pass, Toti “Giusto manifestare, no bloccare chi vuole lavorare”

18 Ottobre 2021 0
GENOVA (ITALPRESS) – “Ho parlato con il Ministro dell’Interno, con il prefetto e il questore di Genova oggi. Il punto è che le proteste sono assolutamente legittime, ma la maggioranza del Paese si è espressa chiaramente a favore di un’Italia che riparte. E non sarebbe tollerabile allora che i porti diventassero la frontiera ostaggio di […]

[…]

Top News

Badosa e Norrie conquistano l’edizione 2021 di Indian Wells

18 Ottobre 2021 0
INDIAN WELLS (USA) (ITALPRESS) – Paula Badosa è la prima spagnola a mettere la firma sul “BNP Paribas Open”, settimo Wta 1000stagionale (combined con un Atp Masters 1000 maschile) dotato diun montepremi di 8.761.725 dollari che si è disputato sulcemento californiano dell’Indian Wells Tennis Garden. In una delle partite di singolare femminile più intense e […]

[…]

Top News

Quarto acuto di fila della Juve, battuta 1-0 la Roma

17 Ottobre 2021 0
TORINO (ITALPRESS) – La Juventus ha battuto la Roma per 1-0 all’Allianz Stadium. Per i bianconeri si è trattato della decima vittoria in undici apparizioni contro i capitolini da quando si gioca allo Stadium e quello di oggi è stato anche il quinto successo di fila per la Juventus tra campionato (4) e Champions League […]

[…]

Top News

Napoli a punteggio pieno, Osimhen piega il Torino

17 Ottobre 2021 0
NAPOLI (ITALPRESS) – Vittoria sudata per il Napoli, che supera nel finale un ottimo Torino grazie al gol del “solito” Osimhen, cancellando il terzo rigore sbagliato in stagione da Insigne e rimanendo a punteggio pieno dopo otto gare. La prima occasione del match arriva al 10′ ed è per Osimhen, che riceve palla da Di […]

[…]