Irpinia Ambiente blocca la raccolta dell’indifferenziata

Da domani 5 maggio non sarà effettuata la raccolta dell’indifferenziata.

Ad avvisare la cittadinanza sono stati i sindaci dei Comuni della provincia di Avellino che hanno ricevuto la comunicazione da Irpinia Ambiente.

Attraverso i social e con comunicazioni “porta a porta” i comuni hanno avvertito la popolazione di tenere in casa tutto quel materiale destinato alla raccolta indifferenziata, ovvero giocattoli e simili, CD/DVD, oggetti in gomma, spugne sintetiche, pannolini ed assorbenti, piatti e posate in plastica, lettiere ed escrementi di animali, mozziconi di sigarette e cenere, polvere, rifiuti composti da più materiali diversi, imballaggi e rifiuti sporchi di residui alimentari biro, pennarelli e altro ancora.

In genere tutto quello che non può andare nei contenitori della raccolta differenziata.

La cittadinanza ha apprezzato la comunicazione fatta dai sindaci mentre, da parte di Irpinia Ambiente, nessun comunicato stampa è stato emesso, a tale proposito.

Da poche settimane, negli affollati uffici di Irpinia Ambiente, c’è stato l’arrivo di due manager (Armando Masucci e Matteo Sperandeo) al posto di uno (Nicola Boccalone) e con una pletora di esperti e addetti alla comunicazione, nessuno s’è prenurato di diffondere questa notizia a mezzo stampa o perlomeno attraverso i social.

Meno male che ci sono i sindaci, tempestivi nell’informare i cittadini: “Non lasciate i rifiuti sotto casa, nessuno verrà a ritirarli”.

Fino a nuovo ordine che daranno gli stessi sindaci travestiti da addetti stampa di Irpiniambiente.

Ultimi Articoli