Il Comune di Avellino nel tunnel: apertura del 31 marzo a rischio, soldi da restituire?

Con toni trionfalistici, lo scorso 15 novembre, i componenti della commissione lavori pubblici del Comune capoluogo, insieme all’assessore Rita Sciscio avevano annunciato: “I lavori del tunnel di Avellino termineranno entro il 31 marzo 2019″.

La gente fece festa, canti e suoni in tutta la città, momenti di emozioni per la notizia della consegna di un’opera costata 18 milioni di euro, spesi durante gli 11 anni di lavori per realizzare quei 730 metri che vanno da Piazza Garibaldi fino a Via San Leonardo.

Roba da fare impallidire quelli che parlano della Tav tra Italia e Francia.

Ora si scopre che il termine stabilito rischia di saltare e agli amministratori viene l’affanno.

Soltanto a loro, perchè ormai i cittadini sono rassegnati e stanchi, neppure più s’incazzano nel vedere quel cantiere perennemente aperto, con le maestranze della ditta appaltatrice che stazionano in quella zona, più che altro per giustificare lo stipendio più che per compiere lavori.

E così si scopre, adesso, che mancano le indicazioni  delle prescrizioni sulle misure di sicurezza integrative.

Come mai?

Chi doveva redigere quegli atti?

Pare che il provveditore alle Opere Pubbliche, Giuseppe D’Addato, sia in malattia e allora il mondo s’è fermato, non c’è stata la possibilità di completare la documentazione.

Si studiano soluzioni, si cercano alternative ma intanto i giorni corrono e il termine ultimo del 31 marzo è sempre più vicino.

Il tunnel maledetto necessita di ulteriori modifiche (e altri soldi, pare 4-500 mila euro ancora) ma quando sarà pronto per l’uso, risulterà un vero e proprio aborto.

Perchè non si potrà circolare oltre i 30 chilometri orari, anche nel tratto in discesa.

Alla faccia dello snellimento del traffico.

Sai che fumi inquinanti lì sotto e nei pressi delle aperture a inizio e fine tunnel?

Per questo dovrà essere installato l’apparecchio per il controllo elettronico della velocità.

Meglio andare a piedi, almeno non hai la targa e nessuno ti becca.

Poi l’installazione delle telecamere a circuito chiuso da collegare con la sala operativa dei vigili urbani, il montaggio di aeratori adeguati rispetto a quelli immaginati 15 anni fa, l’alloggiamento di sensori pluviometrici per segnalare la presenza di acqua nel tunnel, per non dimenticare la segnaletica stradale e i dossi artificiali a distanza variabile.

Vedrete, sarà un incubo percorrere quei 730 metri di tunnel. Così come lo è stato, negli ultimi anni, per i tantissimi commercianti che hanno dovuto cessare l’attività nelle zone limitrofe all’opera che ha fruttato benefici solo per progettisti, tecnici e ditte appaltatrici.

Il Comune di Avellino, nel caso in cui non dovesse essere rispettato il termine stabilito, rischia di dovere restituire i soldi per l’investimento non realizzato nei tempi previsti.

 

Ultimi Articoli

Top News

Draghi incontra Salvini, Lega “Evitare il ritorno alla legge Fornero”

25 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Chigi il segretario della Lega, Matteo Salvini. Lo rende noto la Presidenza del Consiglio.Di “lungo e positivo colloquio” parla la Lega, che spiega: “Il leader del Carroccio ha illustrato le sue proposte per rilanciare il Paese e difendere lavoro e […]

[…]

Top News

Renzi “Sul ddl Zan avevamo ragione noi”

25 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Sul Ddl Zan, Letta apre alle modifiche, come noi avevamo suggerito quattro mesi fa. Bene così, è una scelta che apprezzo. Nessuno fortunatamente ha insultato Enrico, come invece in tanti hanno fatto con noi, quando avevamo posto il tema. La verità è che avevamo ragione: se vogliamo che la legge passi, vanno […]

[…]

Avellino

Blitz antidroga ad Avellino: in manette pregiudicato di 50 anni

25 Ottobre 2021 0

Gli agenti della Mobile di Avellino, hanno tratto in arresto un 50enne pregiudicato avellinese, responsabile di spaccio di droga. I poliziotti, conoscendo già l’uomo come possibile spacciatore, hanno eseguito una perquisizione domiciliare e hanno ritrovato marijuana […]

Top News

Salmo, “Flop” è disco di platino

25 Ottobre 2021 0
MILANO (ITALPRESS) – Il nuovo album di Salmo “Flop” è certificato disco di platino, assieme al singolo “Kumite”, che ottiene oggi la certificazione oro. Il disco, uscito venerdì 1 ottobre, è da tre settimane alla posizione #1 della classifica FIMI degli album più venduti.Un nuovo risultato che va ad aggiungersi alla posizione #1 per “Flop” […]

[…]