I soldati della “Berardi” per i controlli e 23 sindaci irpini chiedono la chiusura come Ariano

Chissà quante volte ci siamo chiesti: cosa fanno i soldati della Caserma Berardi lì dentro?

Adesso sappiamo cosa faranno fuori da quelle palazzine.

Quei soldati in tuta mimetica che vediamo uscire numerosi, a piedi e nelle autovettura, intorno alle 16,30 di ogni pomeriggio, dalla porta carraia di Via Cavour o da quella principale di Viale Italia, al termine dell’orario di lavoro.

Ora scenderanno in campo, per agire sul territorio ed effettuare quei controlli finora demandati alle forze di polizia spesso distolte da altri compiti.

Dovranno tenere d’occhio quanti dovrebbero starsene a casa e invece fanno gli stupidi andando a passeggio, facendo la corsetta, tutti improvvisati atleti con pancette da schifo.

Saranno equiparati al personale di polizia: gli uomini e del donne dell’Esercito Italiano, quindi, potranno denunciare chi non rispetta i divieti.

Soldati in campo

Nelle prossime ore saranno gli uomini dell’Esercito Italiano ad effettuare i controlli.

Il Presidente Vincenzo De Luca ha ottenuto la piena disponibilità dal Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, dopo il parere positivo del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese e del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per avvalersi dell’ausilio dei militari per effettuare i controlli in strada.

Il servizio inizierà nei prossimi giorni, giusto il tempo per organizzare i turni e fornire precise indicazioni ai militari delle varie caserme della Campania.

Ad Avellino e provincia agiranno i soldati del 232° Reggimento Trasmissioni di stanza presso la Caserma Berardi di Avellino.

L’appello dei sindaci

Il presidente De Luca haspiegato che “ci sono aree in cui è necessario dare un segnale di fermezza e anche di repressione rispetto a comportamenti irresponsabili. Sono stati tantissimi sindaci a chiedermi di fare intervenire l’esercito”.

Gli stessi sindaci che hanno timore per il diffondersi del contagio. Secondo quanto riportato nell’edizione online del “Il fatto quotidiano”, la paura in provincia di Avellino ha spinto altri 23 sindaci a chiedere la chiusura in entrata e in uscita dai loro comuni.

Ad avanzare la proposta sono stati i primi cittadini di Andretta, Aquilonia, Bagnoli Irpino, Bisaccia, Cairano, Calabritto, Calitri, Caposele, Cassano Irpino, Conza della Campania, Guardia dei Lombardi, Lacedonia, Lioni, Montella, Monteverde, Morra De Sanctis, Rocca San Felice, Sant’Andrea di Conza, Sant’Angelo dei Lombardi, Senerchia, Teora, Torella dei Lombardi, Villamaina.

Ultimi Articoli

Top News

Il posticipo va al Venezia, Aramu stende la Fiorentina

18 Ottobre 2021 0
VENEZIA (ITALPRESS) – Sono 3 punti pesanti in chiave salvezza quelli conquistati dal Venezia, che nel posticipo dell’ottava giornata supera per 1-0 la Fiorentina uscendo momentaneamente dalla zona retrocessione. Dopo un avvio tutt’altro che emozionante è la Viola a creare la prima occasione da rete al 21′ quando Bonaventura ci prova dal limite dell’area ma […]

[…]

Top News

Al Vinitaly qualità e tutela sono le parole d’ordine

18 Ottobre 2021 0
VERONA (ITALPRESS) – Seconda giornata di Vinitaly nella sua Special Edition, con un occhio ai mercati internazionali ma anche a quello interno, oggi sorprendente. In questo settore si assiste a una rivoluzione rosa: le donne sono produttrici e manager nel settore vinicolo, ma soprattutto nel 2021 le wine lovers hanno superato gli uomini passando, secondo […]

[…]

Calcio Avellino

Avellino, tutti in bilico e rischio ‘rivoluzione’

18 Ottobre 2021 0

di Dino Manganiello La famiglia D’Agostino ha capito che il capitombolo è una eventualità che non si può non considerare. Ed allora ha cominciato a guardarsi intorno: sondaggi per non farsi trovare impreparati in caso […]

Top News

Ballottaggi, Meloni “Centrodestra sconfitto, ma non è una debacle”

18 Ottobre 2021 0
ROMA (ITALPRESS) – “Credo che si debba riconoscere che il centrodestra esce sconfitto, credo che ne siamo tutti consapevoli. Il centrodestra conferma Trieste ma non strappa le altre 5 grandi città”. Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, in conferenza stampa. “Credo che però a parlare di debacle un pò ce ne […]

[…]

Attualità

Incendio Montefredane: i primi dati Arpac

18 Ottobre 2021 0

Proseguono le verifiche dell’Agenzia ambientale della Campania in seguito all’incendio divampato nella notte tra sabato 16 e domenica 17 ottobre in un deposito di autoarticolati dell’azienda di trasporti Ba.Co. Trans srl situato nella frazione di […]