Gli automobilisti “incastrati” tra la galleria chiusa e la viabilità ordinaria inesistente

I “guai” della galleria del monte Pergola lungo il raccordo autostradale Salerno-Avellino hanno avuto il merito – si fa per dire – di mettere a nudo l’inadeguatezza della viabilità ordinaria che esiste tra Solofra e Serino.

Viabilità ordinaria che vuol dire via Panoramica Turci. Una strada che con i suoi stretti e tortuosi tornanti scavalca la montagna che separa i due comuni irpini. L’illuminazione pubblica in zona è carente se non del tutto assente.

E la cartellonistica stradale è un miraggio. Di giorno la provinciale Turci è roba per chi la strada la conosce e sa orientarsi. Di notte è solo per temerari. Immaginare di ritenerla una valida alternativa per bypassare la chiusura della galleria lungo il raccordo è una idea folle.

E la prova è arrivata la scorsa notte: un tir è rimasto incastrato in una curva. Per liberarlo sono dovuti arrivare da Avellino i Vigili del fuoco. Il segretario del Partito Democratico di Montoro Alfredo Galdieri pone l’accento sul capitolo finanziamenti alle infrastrutture: “Servono finanziamenti, è necessario ripartire dalle infrastrutture. Oggi ci accorgiamo di avere una viabilità fatiscente, ieri il problema erano le reti idriche-colabrodo. Investire sulle infrastrutture è una questione non più rinviabile”

E di infrastrutture e finanziamenti parla anche Giancarlo Giordano candidato alla Camera nel listino proporzionale di ‘Liberi e Uguali’ nel collegio Avellino: “Al raccordo vengono riservati solo interventi periodici di ordinaria manutenzione, che oltre a creare problemi alla circolazione si rivelano puntualmente dispendiosi e insufficienti nonché dannosi alla mobilità pendolare delle popolazioni e a quella delle aziende del distretto produttivo del montorese-solofrano. Sulla vicenda siamo intervenuti più volte rispetto ai diversi livelli istituzionali competenti facendoci carico anche di interrogazioni parlamentari che hanno sancito le responsabilità che ha avuto la Regione Campania guidata dall’allora Governatore Caldoro nel non prodigarsi diligentemente per l’utilizzo delle risorse e oggi dal Presidente De Luca il quale, al di là dei suoi spot pubblicitari sull’Irpinia, non sembra aver concretizzato nulla di serio per rilanciare una politica di attenzione e di investimenti afferente l’importante asse di collegamento viario, con il complice silenzio di tutti i consiglieri regionali , sia di maggioranza che di opposizione.”

Ultimi Articoli

Attualità

Scuola: il Tar sospende l’ordinanza di De Luca

10 Gennaio 2022 0

Il Tar ha sospeso l’ordinanza con la quale la Regione Campania ha disposto la didattica a distanza fino al 29 gennaio in tutte le scuole dell’infanzia, elementari e medie del territorio per criticità legate alla […]

Attualità

Corriere dell’Irpini­a: in edicola l’Annuario 2021

7 Gennaio 2022 0

Domenica in edicola l’Annuario 2021 del Corriere dell’Irpini­a. Il racconto dei fatti che hanno segnato l’­anno con il commento di studiosi, giornalisti, scritt­ori, le interviste ai protagonisti del mondo della politica, della cul­tura, della società […]